venerdì 20 gennaio | 07:16
pubblicato il 07/gen/2013 18:49

Camorra: Scampia negata a riprese tv. De Magistris con Pisani vs Saviano

(ASCA) - Napoli, 7 gen - Monta la polemica sull'uso strumentale del quartiere napoletano di Scampia in una prospettiva legata alla persistente presenza della camorra.

Dopo il 'NO' del presidente della municipalita', Angelo Pisani, alla proposta di Sky di girare una fiction sul traffico di droga gestito dalla criminalita' organizzata, e l'intervento critico di Roberto Saviano, oggi il sindaco di Napoli Luigi De Magistris interviene su facebook sposando la tesi di Pisani, circostanza che ha scatenato la replica dell'autore di Gomorra.

La polemica sull'uso di Scampia e' scoppiata sabato scorso quando il presidente della Municipalita' ha negato l'autorizzazione alle riprese di una serie tv che, da quanto e' dato sapere, dovrebbe essere intotolata 'Gomorra' come il film di Matteo Garrone. La tesi di Pisani, diffusa in una intervista rilasciata al Corriere del Mezzogiorno, e' semplice: ''E' ora di dire basta allo sfruttamento strumentale di Napoli e in particolare di questo quartiere.

Enfatizzare sempre e soltanto le cose negative, che naturalmente ci sono, e' innegabile, non risolve nulla anzi peggiora i problemi e conferma il marchio d'infamia che suo malgrado Scampia si tira addosso. E questo nonostante ci siano tante realta' positive di cui non si parla mai. Su 120mila abitanti almeno 199mila sono persone oneste e perbene''. Oggi sul suo blog le parole di De Magistris sono sulla stessa lunghezza d'onda: ''Non appartiene a questa amministrazione il diniego di autorizzazioni che riguardano le varie attivita' culturali e comunicative, ma siamo stanchi di vedere Scampia ridotta, anche sul piano dell'immagine e non solo nazionale, a territorio di conquista della camorra in lotta, come se a Scampia non esistesse altro al di fuori delle piazze di spaccio e della faida dei clan. L'ho detto e lo ribadisco: Scampia e' anche una cittadinanza attiva e democratica che quotidianamente, nella sua vita normale, porta avanti e fa vivere il valore della legalita'. Scampia e' anche la rete di associazioni e di scuole impegnate sul territorio e che sono, per mezzo delle loro attivita', un presidio di legalita' e di alternativa sociale alla devianza''. Dura la replica di Saviano secondo cui il fatto che ''il sindaco di Napoli condivida la volonta' censoria su Scampia prova che il rivoluzionario al potere e' il piu' zelante dei reazionari''.

dqu/red

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Maltempo
Valanga hotel Rigopiano, recuperata una vittima
Maltempo
Valanga su hotel, circa 30 dispersi: "Diversi i morti"
Maltempo
Valanga su hotel, vigili fuoco: distrutto, parti non esistono più
Maltempo
Prot. Civile: due le vittime accertate all'Hotel Rigopiano
Altre sezioni
Salute e Benessere
Asma e Bpco, 15% italiani soffre malattie respiratorie persistenti
Motori
Moto, Ducati e Diesel insieme per una Diavel post-apocalittica
Enogastronomia
Consorzio Valpolicella: in Usa il 10% della produzione di Amarone
Turismo
Da Bookingfax una App per riportare turisti in Agenzia di viaggio
Energia e Ambiente
Ambientalisti italiani in piazza per Trump
Moda
Moda, dopo Milano Brandamour apre uno show room anche a New York
Scienza e Innovazione
Alibaba diventa partner delle Olimpiadi fino al 2028
TechnoFun
Italiaonline si conferma prima internet company italiana
Sistema Trasporti
TomTom City, la piattaforma monitora il traffico in tempo reale