venerdì 09 dicembre | 01:00
pubblicato il 25/nov/2011 13:50

Camorra, beni per 2 mln euro sequestrati a 3 esponenti casalesi

Anche una lussuosissima villa e un ristorante nel Casertano

Camorra, beni per 2 mln euro sequestrati a 3 esponenti casalesi

Napoli. (askanews) - Beni per 2 milioni di euro, riconducibili a tre elementi di spicco del clan dei casalesi-fazione Bidognetti, sono stati sequestrati dai finanzieri del Comando provinciale di Napoli e dello Scico di Roma, coordinati dalla Direzione distrettuale antimafia partenopea. I beni sottratti a Vincenzo Caterino, Alfonso Schiavone e Giuseppe Pellegrino comprendono: tre fabbricati, tra i quali una lussuosissima villa di proprietà di Schiavone, a Casal di Principe e il ristorante "da Baffone" a Castel Volturno, sul litorale domizio. Il sequestro è stato disposto dal Tribunale di Santa Maria Capua Vetere a integrazione di un analogo provvedimento, per un valore di circa 25 milioni di euro, eseguito lo scorso 3 novembrenell'ambito dell'operazione "Dominum" nei confronti di 19 persone imputate per associazione per delinquere di stampo mafioso.

Gli articoli più letti
Immigrati
A Pozzallo sbarcati 573 migranti: duecento soccorsi in ipotermia
Papa
Papa: prego per bambini, famiglie che fanno fatica e lavoratori
Altre sezioni
Salute e Benessere
Orecchie a sventola, clip rivoluziona intervento chirurgico
Enogastronomia
Domenica 11 dicembre Cantine aperte a Natale
Turismo
Con Volagratis Capodanno low cost da Parigi al Mar Rosso
Lifestyle
Giochi, Agimeg: nel 2016 raccolta supera i 94 miliardi (+7,3%)
Moda
Per Herno nuovo flagship store a Seoul
Sostenibilità
Roma, domani al via la terza "Isola della sostenibilità"
Efficienza energetica
Natale 2016, focus risparmio energetico e trionfo regalo Hi-tech
Scienza e Innovazione
Ricerca, da 2018 l'ERC tornerà a finanziare team multidisciplinari
Motori
Nuova Leon Cupra, più potenza e migliori prestazioni