giovedì 08 dicembre | 17:46
pubblicato il 06/lug/2012 12:19

Camorra, arrestato Giuseppe Iovine: voleva ricompattare Casalesi

Il fratello del boss Antonio sorpreso in casa nel sonno

Camorra, arrestato Giuseppe Iovine: voleva ricompattare Casalesi

Caserta, (askanews) - Tentava di ricompattare il clan dei Casalesi, dopo l'arresto del fratello, la ex primula rossa Antonio Iovine: ma gli agenti della squadra mobile di Caserta l'hanno trovato e arrestato. Giuseppe Iovine, 50 anni, detto "o ninno" è stato sorpreso nel sonno, mentre dormiva nella masseria di famiglia a San Cipriano d'Aversa, nel Casertano, in pieno territorio del clan. Gli investigatori hanno accertato le pressanti e continue richieste di denaro che Giuseppe Iovine rivolgeva a imprenditori e commercianti della zona: era lui stesso a chiedere il pizzo, con cifre che variavano tra i 200 e i mille euro. Circostanze mai confermate però dalle vittime di estorsione, che anzi minimizzavano, definendo le richieste "piccoli prestiti". Con Iovine è stato arrestato anche Nicola Fedele, 30 anni: sono accusati di estorsione continuata e aggravata dal metodo mafioso e dal fine di agevolare il clan dei Casalesi-gruppo Iovine.

Gli articoli più letti
Immigrati
A Pozzallo sbarcati 573 migranti: duecento soccorsi in ipotermia
Altre sezioni
Salute e Benessere
Orecchie a sventola, clip rivoluziona intervento chirurgico
Enogastronomia
Domenica 11 dicembre Cantine aperte a Natale
Turismo
Con Volagratis Capodanno low cost da Parigi al Mar Rosso
Lifestyle
Giochi, Agimeg: nel 2016 raccolta supera i 94 miliardi (+7,3%)
Moda
Per Herno nuovo flagship store a Seoul
Sostenibilità
Roma, domani al via la terza "Isola della sostenibilità"
Efficienza energetica
Natale 2016, focus risparmio energetico e trionfo regalo Hi-tech
Scienza e Innovazione
Ricerca, da 2018 l'ERC tornerà a finanziare team multidisciplinari
Motori
Nuova Leon Cupra, più potenza e migliori prestazioni