lunedì 20 febbraio | 01:04
pubblicato il 03/gen/2013 12:00

Calevo/ L'imprenditore: Cantavo per non impazzire

'Di quei 15 giorni ricordo un gran silenzio, solitudine e noia'

Calevo/ L'imprenditore: Cantavo per non impazzire

Genova, 3 gen. (askanews) - "Di quei 15 giorni passati nella stanza ricordo un gran silenzio, un gran senso di solitudine e anche di noia perché a un certo punto non sapevo proprio cosa fare, cosa inventarmi per passare il tempo". Lo ha detto in un'intervista a Unomattina l'imprenditore spezzino Adrea Calevo, ricordando i giorni del sequestro nella villetta di Sarzana. "Dopo 5 o 6 giorni di solitudine -ha raccontato Calevo- ho detto 'devo fare qualcosa perché se no impazzisco' e allora ho cominciato a cantare varie canzoni di Fred Buscaglione, che è un po' il mio cavallo di battaglia, di Battiato e della Carrà".

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Terremoti
A Norcia consegnate le chiavi delle prime casette post-sisma
Altre sezioni
Salute e Benessere
Ordini Medici: pubblicità sanitaria selvaggia è allarme sociale
Motori
BMW presenta la nuova Serie 5 berlina
Enogastronomia
"Benvenuto Brunello" Guida Rossa Michelin firma piastrella 2016
Turismo
Turismo, Alpitour amplia la rete su Andalusia e Costa del Sol
Energia e Ambiente
Premio ai Vigili del fuoco per i voli su Amatrice e Rigopiano
Moda
Moda New York, la donna bon ton secondo Carolina Herrera
Scienza e Innovazione
SpaceX, rinviato lancio del Falcon-9 dalla piattaforma Nasa 39-A
TechnoFun
Amazon, a tempo di record i lavori per nuovo centro vicino Roma
Sistema Trasporti
Ibar, Usa e Cina ancora al top per i voli dall'Italia