sabato 21 gennaio | 20:55
pubblicato il 29/mag/2012 05:11

Calcioscommesse/ Bufera sulla serie A, trema pure la Nazionale

19 arresti; indagati Criscito, Bonucci, Conte e Vieri

Calcioscommesse/ Bufera sulla serie A, trema pure la Nazionale

Cremona, 29 mag. (askanews) - All'alba di ieri la bufera giudiziaria sul mondo del calcio ha ricominciato a soffiare ed ha investito anche la Nazionale. Con l'accusa di associazione per delinquere finalizzata alla frode sportiva formulata dalla Procura di Cremona, la polizia ha eseguito 19 provvedimenti di custodia cautelare, 14 dei quali in carcere, tre arresti domiciliari e due di obbligo di presentazione all'autorità giudiziaria. In manette sono finiti tra gli altri il capitano della Lazio Stefano Mauri e i giocatori Omar Milanetto del Padova (ex Genoa), Paolo Domenico Acerbis del Vicenza, Marco Turati del Modena (ex Ancona), Cristian Bertani della Sampdoria (ex Novara), Alessandro Pellicori (ex Mantova e Torino, poi svincolato dal Queen's Park Rangers) e Matteo Gritti, portiere del Bellinzona, squadra del campionato svizzero. Ma a far ancora più rumore sono stati i nomi di alcuni degli indagati, attualmente in forza alla squadra italiana, il difensore Domenico Criscito (che gioca per lo Zenit di San Pietroburgo) e il suo compagno Leonardo Bonucci (Juventus), iscritto nel registro degli indagati a Cremona ma la cui posizione è stata stralciata e verrà trasmessa alla Procura di Bari che indaga sulla locale squadra di calcio in cui Bonucci ha militato. Oltre agli azzurri e alla polizia entrata (per la verità con modi assai discreti) nel ritiro di Coverciano per notificare e perquisire, ha fatto sensazione anche il nome di indagati del calibro di Antonio Conte (in riferimento a quando l'allenatore della Juventus neocampione d'Italia sedeva sulla panchina del Siena), del calciatore del Genoa Giuseppe Sculli (per il quale il Gip ha negato l'arresto chiesto dalla Procura) e del suo collega difensore georgiano Kakha Kaladze, citato negli atti dell'inchiesta e su cui sarebbero in corso accertamenti. Senza parlare delle tante perquisizioni alla ricerca di materiale utile alle investigazioni che, tra gli altri, hanno toccato il giocatore del Chievo Sergio Pellissier, l'attaccante dell'Ascoli Andrea Soncin, il presidente del Siena Massimo Mezzaroma e il suo responsabile dell'area tecnica Giorgio Perinetti. E c'è anche il nome dell'ex calciatore Christian Vieri nel registro degli indagati. Il 38enne "Bobo" (che nella sua carriera ha giocato, tra l'altro, nella Juventus, nel Milan e nell'Inter oltre che in Nazionale) era stato tirato in ballo nel corso di una telefonata tra Antonio Bellavista e Ivan Tisci intercettata dalla polizia nel corso della prima tranche dell'inchiesta "Last Bet".

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Incidenti stradali
Schianto bus ungherese, a bordo 15-16enni in gita in Francia
Maltempo
Hotel Rigopiano, Prefettura Pescara: 23 i dispersi segnalati
Incidenti stradali
Pullman ungherese si schianta e prende fuoco in A4, 16 morti
Maltempo
Rigopiano, proseguono ricerche: bilancio 9 in salvo, 4 vittime
Altre sezioni
Salute e Benessere
Asma e Bpco, 15% italiani soffre malattie respiratorie persistenti
Motori
John Lennon, all'asta la sua Mercedes-Benz 230SL Roadster
Enogastronomia
Formaggi, yogurt, mozzarelle: ora obbligatorio indicare l'origine dellatte
Turismo
Via in Uruguay i 40 giorni del carnevale, il più lungo del mondo
Energia e Ambiente
Pericolo estinzione per il 60% di tutte le specie di primati
Moda
Moda Parigi, l'eleganza rilassata dell'uomo Louis Vuitton
Scienza e Innovazione
Spazio: da Cassini primo piano per Dafni, piccola luna di Saturno
TechnoFun
Cyber attacchi, dal 2001 in Italia hackerati 12mila siti web
Sistema Trasporti
Confermato avvio lavori di interconnessione tra Brebemi e A4