lunedì 27 febbraio | 08:19
pubblicato il 11/apr/2013 10:28

Calcio: Prefetto Roma, derby a porte chiuse solo se nuovi incidenti

Calcio: Prefetto Roma, derby a porte chiuse solo se nuovi incidenti

(ASCA)- Roma, 11 apr - Dopo i recenti scontri in occasione del derby Roma-Lazio e in vista di un'eventuale replica del match per la finale di Coppa Italia ''ho chiesto alla Lega che la partita venga giocata di pomeriggio, che si torni all'ordinario e far si' che giocando di giorno ci sia maggiore sicurezza''. Lo ha detto il prefetto di Roma, Giiuseppe Pecoraro a SkyTg24 precisando che ''qualora, anche in quel caso, si verificassero scontri e Lega calcio e societa' non dovessero intervenire, allora dovremmo fare qualcosa noi come imporre di giocare a porte chiuse e in un'altra sede, ma, ripeto, questo solo nell'eventualita' di nuovi incidenti''.

Pecoraro ha scritto una lettera alla Lega Calcio chiedendo che i prossimi derby si giochino nel pomeriggio ''poiche' questa partita particolare e' un problema''. Il prefetto spiega infatti come, nei quattro anni da lusi sinora trascorsi nella capitale, ''siamo dovuti sempre intervenire al derby e non in altre partite difficili giocate a Roma. In occasione del derby - ha spiegato Pecoraro - persone si infiltrano tra i tifosi romanisti e laziali per creare incidenti: non e' possibile che si esca da casa con una molotov, o con dei coltelli nello zanino. Ne' e' possibile perquisire tutti''.

Per questo il prefetto inquadra il suo ''suggerimento'' a giocare di giorno come ''una segnale da dare alle tifoserie''.

Pecoraro e' ora ''in attesa'' di una risposta della Lega chiamata a scegliere ''tra la sicurezza dei cittadini e della polizia, da una parte, e il problema economico (dei minori introiti rispetto alla partita serale, ndr) dall'altra. Quale deve prevalere?''. Il prefetto riferisce che ''se mi si fa un discorso economico a questo punto lo faremo anche noi, sollevando il problema dei costi di sicurezza per una sola partita: non posso dispiegare 2000 uomini per un unico evento, ne' voglio militarizzare lo stadio, il nostro e' un paese democratico''.

Infine, guardando alla partita di Europa League a porte chiuse che la Lazio giochera' stasera al'Olimpico contro i turchi del Fenerbahce, Pecoraro afferma che ''non abbiamo segnali, ne' prevediamo probblemi in quanto sara' presente una sola tifoseria fuori lo stadio''.

stt/mau

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Biotestamento
Dj Fabo in Svizzera, visite mediche per decidere l'eutanasia
Campidoglio
Roma, Colomban: progetto taglio partecipate senza licenziamenti
Altre sezioni
Salute e Benessere
Fibrosi polmonare idiopatica, al Gemelli seminario internazionale
Motori
L'agricoltura del futuro: Case IH presenta il trattore autonomo
Enogastronomia
Ricerca Gfk: l'identikit dei nuovi consumatori al supermercato
Turismo
Boom degli affitti brevi in ambito turistico e non solo (+30%)
Energia e Ambiente
Progetto Life-Nereide: asfalto silenzioso da materiale riciclato
Moda
Nuova linea ready-to-wear de La Perla: sensuali giacche corsetto
Scienza e Innovazione
Esa, Vega: nel 2018 opportunità di volo per minisatelliti multipli
TechnoFun
Google crea strumento intelligenza artificiale anti-trolls
Sistema Trasporti
Da UNRAE protocollo costruttori-scuole per formare autisti hi-tech