domenica 04 dicembre | 22:01
pubblicato il 15/feb/2012 19:39

Calabria, bancarotta fraudolenta: arrestati marito e moglie

Avevano finto separazione per non pagare creditori

Calabria, bancarotta fraudolenta: arrestati marito e moglie

Milano, 15 feb. (askanews) - Avevano dichiarato il fallimento della loro gioielleria nel 2008 per poi raprirne un'altra con merce e oggetti dell'attività precedente, evitando di pagare i fornitori. Poi, per truffare i creditori, hanno anche finto di separarsi. Ora marito e moglie calabresi di Filadelfia, in provincia di Vibo Valentia, sono finiti agli arresti con l'accusa di bancarotta fraudolenta grazie alle indagini del nucleo di Polizia tributaria della guardia di finanza vibonese. Le Fiamme Gialle hanno sequestrato alla coppia beni per 1 milione di euro.Paolo Valle è il comandante provinciale della Guardia di finanza di Vibo.La Guardia di finanza ha accertato che l'imprenditore ha pagato i fornitori con assegni e ricevute insolute, provocando a numerosi negozi della zona danni per 700mila euro.

Gli articoli più letti
Altre sezioni
Salute e Benessere
Sifo: in Italia 4 milioni di depressi. Ma solo 1 su 3 si cura
Enogastronomia
Nasce il Movimento Turismo dell'Olio
Turismo
Turismo, Franceschini: il 2017 sarà l'Anno dei Borghi
Lifestyle
Yocci, il Re della Torta di Carote e... il modo di essere
Moda
Gli angeli sexy di Victoria's Secret sfilano a Parigi
Sostenibilità
Smart City, modello Milano grazie a ruolo utilities
Efficienza energetica
Pesticidi: una minaccia per le api, colpito anche l'olfatto
Scienza e Innovazione
Ministeriale Esa, Battiston (Asi): l'Italia è molto soddisfatta
Motori
Audi A3 compie 20 anni, 3 generazioni e 4 milioni di esemplari