lunedì 20 febbraio | 13:10
pubblicato il 15/feb/2012 19:39

Calabria, bancarotta fraudolenta: arrestati marito e moglie

Avevano finto separazione per non pagare creditori

Calabria, bancarotta fraudolenta: arrestati marito e moglie

Milano, 15 feb. (askanews) - Avevano dichiarato il fallimento della loro gioielleria nel 2008 per poi raprirne un'altra con merce e oggetti dell'attività precedente, evitando di pagare i fornitori. Poi, per truffare i creditori, hanno anche finto di separarsi. Ora marito e moglie calabresi di Filadelfia, in provincia di Vibo Valentia, sono finiti agli arresti con l'accusa di bancarotta fraudolenta grazie alle indagini del nucleo di Polizia tributaria della guardia di finanza vibonese. Le Fiamme Gialle hanno sequestrato alla coppia beni per 1 milione di euro.Paolo Valle è il comandante provinciale della Guardia di finanza di Vibo.La Guardia di finanza ha accertato che l'imprenditore ha pagato i fornitori con assegni e ricevute insolute, provocando a numerosi negozi della zona danni per 700mila euro.

Gli articoli più letti
Terremoti
A Norcia consegnate le chiavi delle prime casette post-sisma
Altre sezioni
Salute e Benessere
Ordini Medici: pubblicità sanitaria selvaggia è allarme sociale
Motori
BMW presenta la nuova Serie 5 berlina
Enogastronomia
"Benvenuto Brunello" Guida Rossa Michelin firma piastrella 2016
Turismo
Turismo, Alpitour amplia la rete su Andalusia e Costa del Sol
Energia e Ambiente
Premio ai Vigili del fuoco per i voli su Amatrice e Rigopiano
Moda
Moda New York, la donna bon ton secondo Carolina Herrera
Scienza e Innovazione
Onde gravitazionali, taglio del nastro per Advanced Virgo
TechnoFun
Amazon, a tempo di record i lavori per nuovo centro vicino Roma
Sistema Trasporti
Ibar, Usa e Cina ancora al top per i voli dall'Italia