domenica 26 febbraio | 23:24
pubblicato il 15/set/2012 12:27

Caccia/ Domani al via, molti stop per ricorsi degli ambientalisti

In molte Regioni decisa la preapertura l'1 settembre

Caccia/ Domani al via, molti stop per ricorsi degli ambientalisti

Roma, 15 set. (askanews) - Apre domani in Italia la stagione venatoria 'regolare': proseguirà fino al 31 gennaio 2013, con la possibilità di posticipo chiusura nella prima decade di febbraio. Molte Regioni hanno approfittato della possibilità di decidere la preapertura da sabato 1 settembre, ma sono tante quelle in cui la caccia è per ora sospesa dopo vari ricorsi delle associazioni animaliste ai vari tribunali regionali. Ecco in sintesi la situazione nelle varie regioni, secondo i dati del WWF. ABRUZZO - Sospeso dal Tar dell'Aquila buona parte del calendario venatorio, accogliendo la richiesta di WWF ed Animalisti italiani e riconoscendo un grave pericolo per l'orso (specie super protetta) e per diverse specie a sfavorevole status di conservazione (come Allodola, Quaglia, Tortora, Beccaccia, Marzaiola, Beccaccino, Moriglione e Pavoncella). L'avvio, domani, della stagione venatoria potrà avvenire in maniera del tutto limitata, in attesa della Camera di Consiglio del Tar fissata per il 26 settembre. CALABRIA - Preapertura 2 settembre per tortora e colombaccio. CAMPANIA - Il 13 settembre il Tar ha confermato lo stop al calendario dopo che il Tribunale aveva sospeso il calendario limitatamente alla preapertura, visto che la Regione aveva concesso 5 giornate di preapertura e posticipato al 10 febbraio la caccia ad alcune specie. EMILIA ROMAGNA - Nessuna preapertura, la decisione è delle singole Province. FRIULI VENEZIA GIULIA - In fase di approvazione della legge comunitaria regionale. Il WWF sta predisponendo con altre associazioni la richiesta di impugnazione al Governo. LAZIO - La preapertura prevista è stata sospesa per un ricorso del WWF al Tar: si è in attesa della sentenza della Camera di Consiglio del 26 settembre. LIGURIA - Dopo la bocciatura da parte della Corte costituzionale della legge regionale con cui aveva stabilito un calendario venatorio triennale, la Regione ha deliberato il calendario con atto amministrativo: il WWF ed altre associazioni hanno fatto ricorso. (segue)

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Biotestamento
Dj Fabo in Svizzera, visite mediche per decidere l'eutanasia
Campidoglio
Roma, Colomban: progetto taglio partecipate senza licenziamenti
Altre sezioni
Salute e Benessere
Fibrosi polmonare idiopatica, al Gemelli seminario internazionale
Motori
L'agricoltura del futuro: Case IH presenta il trattore autonomo
Enogastronomia
Ricerca Gfk: l'identikit dei nuovi consumatori al supermercato
Turismo
Boom degli affitti brevi in ambito turistico e non solo (+30%)
Energia e Ambiente
Progetto Life-Nereide: asfalto silenzioso da materiale riciclato
Moda
Nuova linea ready-to-wear de La Perla: sensuali giacche corsetto
Scienza e Innovazione
Esa, Vega: nel 2018 opportunità di volo per minisatelliti multipli
TechnoFun
Google crea strumento intelligenza artificiale anti-trolls
Sistema Trasporti
Da UNRAE protocollo costruttori-scuole per formare autisti hi-tech