venerdì 09 dicembre | 09:31
pubblicato il 24/ott/2011 12:15

Buche stradali Napoli, Comune non paga: imprese edili protestano

82 ditte responsabili manutenzione rischiano di fallire

Buche stradali Napoli, Comune non paga: imprese edili protestano

Buche, buche a ancora buche. A Napoli le strade sono ormai ridotte a gruviera, la pioggia riapre emergenza del disseto stradale e a complicare la situazione ci si mette anche la mancanza di fondi. Il Comune non ha soldi in cassa, e da mesi non c'è più una gara d'appalto per chiudere le buche. Le imprese addette a questo lavoro sono ferme da luglio, alcune sono già fallite, e i cantieri sono costretti a chiudere. La denuncia arriva dalle 82 società che aspettano il pagamento di 93 milioni. Una situazione che ha portato al licenziamento nel giro di un anno e mezzo, di 1.500 operai. Per questo gli imprenditori dell'Associazione imprese campane edili sono sul piede di guerra e annunciano che martedì saranno in piazza per chiedere al comune di mantenere gli impegni presi.

Gli articoli più letti
Immigrati
A Pozzallo sbarcati 573 migranti: duecento soccorsi in ipotermia
Papa
Papa: prego per bambini, famiglie che fanno fatica e lavoratori
Altre sezioni
Salute e Benessere
Orecchie a sventola, clip rivoluziona intervento chirurgico
Enogastronomia
Domenica 11 dicembre Cantine aperte a Natale
Turismo
Con Volagratis Capodanno low cost da Parigi al Mar Rosso
Lifestyle
Giochi, Agimeg: nel 2016 raccolta supera i 94 miliardi (+7,3%)
Moda
Per Herno nuovo flagship store a Seoul
Sostenibilità
Roma, domani al via la terza "Isola della sostenibilità"
Efficienza energetica
Natale 2016, focus risparmio energetico e trionfo regalo Hi-tech
Scienza e Innovazione
Ricerca, da 2018 l'ERC tornerà a finanziare team multidisciplinari
Motori
Flash Mob ai Fori per Amatrice con la Ferrari del record in Cina