mercoledì 18 gennaio | 03:28
pubblicato il 24/ott/2011 12:15

Buche stradali Napoli, Comune non paga: imprese edili protestano

82 ditte responsabili manutenzione rischiano di fallire

Buche stradali Napoli, Comune non paga: imprese edili protestano

Buche, buche a ancora buche. A Napoli le strade sono ormai ridotte a gruviera, la pioggia riapre emergenza del disseto stradale e a complicare la situazione ci si mette anche la mancanza di fondi. Il Comune non ha soldi in cassa, e da mesi non c'è più una gara d'appalto per chiudere le buche. Le imprese addette a questo lavoro sono ferme da luglio, alcune sono già fallite, e i cantieri sono costretti a chiudere. La denuncia arriva dalle 82 società che aspettano il pagamento di 93 milioni. Una situazione che ha portato al licenziamento nel giro di un anno e mezzo, di 1.500 operai. Per questo gli imprenditori dell'Associazione imprese campane edili sono sul piede di guerra e annunciano che martedì saranno in piazza per chiedere al comune di mantenere gli impegni presi.

Gli articoli più letti
Bancarotta
Bancarotta, a Reggio Calabria 7 ordinanze cautelari
Cucchi
Cucchi, pm contesta omicidio preterintenzionale a 3 carabinieri
Immigrati
Naufragio nel Mediterraneo, a Trapani 38 superstiti e 4 vittime
Maltempo
Abruzzo ancora al buio, duecentomila persone senza corrente
Altre sezioni
Salute e Benessere
Salute: nuovi Lea in arrivo. In vigore dopo pubblicazione su G.U.
Motori
Moto, Ducati e Diesel insieme per una Diavel post-apocalittica
Enogastronomia
Nel 2016 consumi alimentari fuori casa +1,1%, domestici -0,1%
Turismo
Nel 2016 Roma è stata la meta italiana preferita dagli europei
Energia e Ambiente
L'Enel porta energia "verde" all'ambasciata italiana di Abu Dhabi
Moda
Moda, nasce Brandamour, nuovo polo del lusso Made in Italy
Scienza e Innovazione
Nell'Universo ci sono almeno due trilioni di galassie
TechnoFun
Rischi del web, ecco le 8 truffe che colpiscono gli italiani
Sistema Trasporti
Dal 26 marzo al via i nuovi voli da Milano-Malpensa