lunedì 23 gennaio | 14:04
pubblicato il 16/apr/2011 05:01

Brucia stabile a Milano: 1 morto e 8 feriti tra cui bimba 5 anni

Vittima è 38enne peruviano. Nessun segno doloso. Aperta inchiesta

Brucia stabile a Milano: 1 morto e 8 feriti tra cui bimba 5 anni

Milano, 16 apr. (askanews) - E' di un morto e otto feriti il bilancio di un incendio scoppiato ieri pochi minuti prima di mezzogiorno che ha parzialmente bruciato una palazzina di cinque piani in viale Fulvio Testi 87, alla periferia Nord di Milano. La vittima si chiamava Eddy Jovanni Riofano Pajuello, era nata a Lima (Perù) e il prossimo 29 maggio avrebbe compiuto 39 anni. In Italia da diverso tempo, incensurato, era irregolare da circa tre anni, da quando nel 2008 non gli era stato rinnovato il permesso di soggiorno. A far definitiva chiarezza sulla sua identità è stata una 23enne badante di origine peruviana che, prima di sentirsi male per lo choc, ha rivelato di essere la sua fidanzata e ha effettuato il riconoscimento del cadavere, trovato vicino al letto dove è probabilmente crollato esanime per aver inalato il fumo sprigionato dalle fiamme che avvolgevano la tromba delle scale, sembra, dopo aver aperto la porta dell'appartamento in seguito al trambusto e alle grida dei vicini. Il bilocale al quinto piano, di proprietà di un italiano, era affittato ad una coppia di cittadini peruviani (che oggi si trovavano nel loro Paese) i quali ospitavano la vittima e la fidanzata, che sembra avessero dato ospitalità in più occasioni a un loro connazionale transessuale. Le persone rimaste ferite o intossicate che sono state ricoverate dal 118 in diversi ospedali (Niguarda, San Raffaele, Fatebenefratelli, Policlinico e Bassini) sono complessivamente otto, di cui cinque donne. Un ragazzo di 17 anni è stato già dimesso dal San Raffaele, dove invece rimane ricoverata una bambina di cinque anni e la madre di origine filippina: sono in prognosi riservata ma non in pericolo di vita. Due donne ricoverate al Bassini di Cinisello Balsamo, saranno dimesse nelle prossime ore perché gli esami a cui sono state sottoposte non hanno evidenziato nulla di rilevante. Al momento i vigili del fuoco non azzardano alcuna ipotesi in merito alle cause dell'incendio, che alcuni testimoni hanno detto sia sia sviluppato al piano terreno, probabilmente nel vado dell'ascensore, dato che lo scantinato non è stato interessato dall'incendio. Le stesse persone hanno sottolineato la velocità con cui le fiamme si sono propagate ai piani superiori attraverso la tromba delle scale, le cui pareti, secondo quanto ha spiegato il vicesindaco Riccardo De Corato intervenuto sul posto, erano ricoperte di materiale particolarmente infiammabile. Da un primo esame delle strutture i vigili del fuoco non avrebbero trovato alcuna traccia evidente di un'origine dolosa del rogo. Nel frattempo il Comune ha annunciato di essere pronto ad ospitare a proprie spese i condomini evacuati collocandoli in alberghi convenzionati con l'Amministrazione. Alp 151849 apr 11

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Maltempo
Valanga hotel Rigopiano, il numero dei dispersi sale a 24
Terremoti
Enel: diga Campotosto sicura ma deciso un ulteriore svuotamento
Terremoti
Terremoto, pres. Grandi rischi: dighe Campotosto rischio Vajont
Maltempo
Hotel Rigopiano, Curcio: c'è speranza di trovare dispersi vivi
Altre sezioni
Salute e Benessere
Nuove postazioni di telemedicina italiana no profit in Africa
Motori
John Lennon, all'asta la sua Mercedes-Benz 230SL Roadster
Enogastronomia
Tutti a Montefalco per l'Anteprima Sagrantino
Turismo
Via in Uruguay i 40 giorni del carnevale, il più lungo del mondo
Energia e Ambiente
Pericolo estinzione per il 60% di tutte le specie di primati
Moda
Moda Parigi, l'eleganza rilassata dell'uomo Louis Vuitton
Scienza e Innovazione
Samsung: incidenti del Galaxy Note 7 causati da batteria
TechnoFun
Cyber attacchi, dal 2001 in Italia hackerati 12mila siti web
Sistema Trasporti
Confermato avvio lavori di interconnessione tra Brebemi e A4