martedì 06 dicembre | 04:11
pubblicato il 17/gen/2013 12:00

Brindisi/ Strage scuola, la studentessa ferita:Non dimentichiamo

Azzurra:sono qui per guardare in faccia uomo che ha fatto questo

Brindisi/ Strage scuola, la studentessa ferita:Non dimentichiamo

Brindisi, 17 gen. (askanews) - Sabrina Ribezzi, Azzurra Camarda, Selena Greco, tre delle studentesse rimaste gravemente ferite nell'attentato all'istituto Morvillo Falcone di Brindisi, sono nell'aula della Corte di Assise, dove oggi è in corso la prima udienza del processo per la strage. Azzurra è arrivata in aula con i genitori: "Sono qui per guardare in faccia l'uomo che ha fatto tutto questo. Se potessi parlargli gli direi che non dimentichiamo quello che ha fatto a noi e a Melissa". Stanotte alla vigilia del processo "non ho dormito", ha confidato, prima di sedersi tra i banchi dell'aula Metrangolo. Mentre è in corso la costituzione delle parti civili, l'imputato Giovanni Vantaggiato resta seduto in una sedia girevole, in una delle gabbie dell'aula, con gli occhi chiusi, testa reclinata, quasi che dorma.

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Maltempo
Allerta maltempo: temporali sulle due Isole e sulla Calabria
Immigrati
Guardia costiera: salvati 231 migranti nel Mediterraneo
Altre sezioni
Salute e Benessere
Diabete, arriva in Italia penna con concentrazione doppia insulina

Roma, 5 dic. (askanews) - Un'iniezione "morbida", più facile, e una penna con il doppio delle unità di insulina disponibili per ridurre il numero di device da gestire: un...

Enogastronomia
Festa a Roma con Heinz Beck per i 30 anni del Gambero Rosso
Turismo
Eden Travel Group, il SalvaVacanza spinge l'advance booking
Lifestyle
Giochi, Agimeg: nel 2016 raccolta supera i 94 miliardi (+7,3%)
Moda
Gli angeli sexy di Victoria's Secret sfilano a Parigi
Sostenibilità
Smart City, modello Milano grazie a ruolo utilities
Efficienza energetica
Pesticidi: una minaccia per le api, colpito anche l'olfatto
Scienza e Innovazione
Spazio, nuovo successo per il razzo italiano Vega
Motori
Audi A3 compie 20 anni, 3 generazioni e 4 milioni di esemplari