martedì 06 dicembre | 04:18
pubblicato il 28/set/2012 11:59

Brindisi, frode su energia verde per 182 mln: nei guai 6 società

Impianti già sequestrati in aprile per lottizzazione abusiva

Brindisi, frode su energia verde per 182 mln: nei guai 6 società

Brindisi, (askanews) - Una maxi frode sulle energie rinnovabili. La Guardia di Finanza di Brindisi ha scoperto un'indebita richiesta di fondi pubblici da parte di sei società di capitali per 182 milioni di euro, di cui 11 circa già erogati.Sei società elettriche avevano chiesto finanziamenti pubblici per realizzare impianti fotovoltaici attestando falsamente il rispetto dei requisiti previsti dalla legge. Gli impianti, però, erano stati costruiti su terreni lottizzati abusivamente e trasformati senza autorizzazione urbanistica su aree specificatamente tutelate dal vincolo paesaggistico. Gli impianti erano già stati posti sotto sequestro il 17 aprile scorso.Il Gestore dei Servizi Energetici è stato informato al fine di avviare la procedura di sospensione degli incentivi non ancora erogati pari a 171 milioni di euro.

Gli articoli più letti
Maltempo
Allerta maltempo: temporali sulle due Isole e sulla Calabria
Immigrati
Guardia costiera: salvati 231 migranti nel Mediterraneo
Altre sezioni
Salute e Benessere
Diabete, arriva in Italia penna con concentrazione doppia insulina

Roma, 5 dic. (askanews) - Un'iniezione "morbida", più facile, e una penna con il doppio delle unità di insulina disponibili per ridurre il numero di device da gestire: un...

Enogastronomia
Festa a Roma con Heinz Beck per i 30 anni del Gambero Rosso
Turismo
Eden Travel Group, il SalvaVacanza spinge l'advance booking
Lifestyle
Giochi, Agimeg: nel 2016 raccolta supera i 94 miliardi (+7,3%)
Moda
Gli angeli sexy di Victoria's Secret sfilano a Parigi
Sostenibilità
Smart City, modello Milano grazie a ruolo utilities
Efficienza energetica
Pesticidi: una minaccia per le api, colpito anche l'olfatto
Scienza e Innovazione
Spazio, nuovo successo per il razzo italiano Vega
Motori
Audi A3 compie 20 anni, 3 generazioni e 4 milioni di esemplari