domenica 04 dicembre | 05:07
pubblicato il 24/ott/2013 11:18

Brindisi: aggredito direttore Asl. Cons. Epifani, regione intervenga

Brindisi: aggredito direttore Asl. Cons. Epifani, regione intervenga

(ASCA) - Bari, 23 ott - ''Sono molto vicino alla direzione generale dell'Asl di Brindisi e al direttore amministrativo, Stefano Rossi, che poche ore fa ha subito un duro pestaggio da parte di alcuni uomini che lo aspettavano vicino casa per aggredirlo. Una vile aggressione che ci fa chiedere se le forze dell'ordine e le istituzioni politiche non abbiano sottovalutato le precedenti minacce e intimidazioni. Il governo regionale ora deve farsi avanti con provvedimenti e atti per contrastare quella che e' evidentemente un'attivita' criminale organizzata e non la follia del singolo''. Lo ha dichiarato in una nota il consigliere pugliese del Pd Giovanni Epifani, appellandosi ''a tutti i rappresentanti istituzionali affinche' anch'essi si espongano e facciano sentire la propria voce a sostegno di quella amministrazione pubblica ''sana' che non si piega alle minacce di chi vorrebbe condizionarla in maniera illegale''.

''Questi episodi - ha concluso il consigliere - ci confermano infatti che amministrare un'azienda pubblica, contesta com'e' dai molteplici interessi, e' un lavoro difficile e rischioso che puo' addirittura mettere in pericolo la propria incolumita' fisica''.

red/mau/bra

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Altre sezioni
Salute e Benessere
Sifo: in Italia 4 milioni di depressi. Ma solo 1 su 3 si cura
Enogastronomia
Nasce il Movimento Turismo dell'Olio
Turismo
Turismo, Franceschini: il 2017 sarà l'Anno dei Borghi
Lifestyle
Yocci, il Re della Torta di Carote e... il modo di essere
Moda
Gli angeli sexy di Victoria's Secret sfilano a Parigi
Sostenibilità
Smart City, modello Milano grazie a ruolo utilities
Efficienza energetica
Pesticidi: una minaccia per le api, colpito anche l'olfatto
Scienza e Innovazione
Ministeriale Esa, Battiston (Asi): l'Italia è molto soddisfatta
Motori
Audi A3 compie 20 anni, 3 generazioni e 4 milioni di esemplari