giovedì 08 dicembre | 15:05
pubblicato il 03/set/2013 12:38

Brescia: Marilia è "morta per gas e strangolamento" - VideoDoc

Parla il procuratore, arrestato datore lavoro della brasiliana

Brescia: Marilia è "morta per gas e strangolamento" - VideoDoc

Brescia, (askanews) - "Sulla causa della morte della ragazza brasiliana sicuramente si è trattato di uno strangolamento che però non è stato ultimativo, ma avrebbe determinato uno stato di incoscienza sul quale sarebbe intervenuta poi l'azione del gas. Ma per una conferma definitiva bisogna attendere l'esito dell'autopsia": a parlare, in merito all'omicidio della 29enne brasiliana Marilia Rodrigues Silva Martins, è il procuratore capo di Brescia Fabio Salamone. "Anche il tentativodi bruciare il cadavere - ha aggiunto il procuratore - fa ritenere che sia stato fatto apposta per cercare di sviare o di rendere più complessa la risoluzione del fatto".

Gli articoli più letti
Maltempo
Allerta protezione civile: pioggia e temporali sulla Sicilia
Altre sezioni
Salute e Benessere
Orecchie a sventola, clip rivoluziona intervento chirurgico
Enogastronomia
Domenica 11 dicembre Cantine aperte a Natale
Turismo
Con Volagratis Capodanno low cost da Parigi al Mar Rosso
Lifestyle
Giochi, Agimeg: nel 2016 raccolta supera i 94 miliardi (+7,3%)
Moda
Per Herno nuovo flagship store a Seoul
Sostenibilità
Roma, domani al via la terza "Isola della sostenibilità"
Efficienza energetica
Natale 2016, focus risparmio energetico e trionfo regalo Hi-tech
Scienza e Innovazione
Ricerca, da 2018 l'ERC tornerà a finanziare team multidisciplinari
Motori
Nuova Leon Cupra, più potenza e migliori prestazioni