sabato 25 febbraio | 06:39
pubblicato il 05/ago/2013 14:18

Bpm, le immagini dell'arresto di Corallo: latitante da 14 mesi

Il re delle slot machine si è costituito

Bpm, le immagini dell'arresto di Corallo: latitante da 14 mesi

Fiumicino (askanews) - In queste immagini l'arrivo a Fiumicino di Francesco Corallo, il re delle slot machine che si è costituito dopo 14 mesi di latitanza. L'uomo, 53 anni, è coinvolto nell'inchiesta della Procura di Milano su presunti finanziamenti illeciti concessi dalla Bpm. In particolare secondo gli inquirenti la società di cui è titolare, la Bplus Giocolegale ltd (prima Atlantis) è accusata di aver ricevuto un finanziamento sospetto in cambio di una tangente all'ex presidente di Bpm Massimo Ponzellini, finito agli arresti domiciliari nel maggio 2012 proprio per i finanziamenti concessi alle società riconducibili a Corallo.Quest'ultimo, accusato di associazione a delinquere, verrà interrogato dai pm romani che poi passeranno gli atti alla Procura di Milano che sta portando avanti l'inchiesta.

Gli articoli più letti
Roma
Roma, truffe con falsi incidenti: arrestati 6 medici e 2 avvocati
Napoli
Napoli, assenteismo ospedale Loreto Mare: 94 indagati, 55 arresti
Campidoglio
Roma, Raggi in ospedale per controlli dopo un lieve malore
Campidoglio
Roma, medici: Raggi in netto miglioramento, si valuta uscita
Altre sezioni
Salute e Benessere
Fibrosi polmonare idiopatica, al Gemelli seminario internazionale
Motori
L'agricoltura del futuro: Case IH presenta il trattore autonomo
Enogastronomia
Ricerca Gfk: l'identikit dei nuovi consumatori al supermercato
Turismo
Boom degli affitti brevi in ambito turistico e non solo (+30%)
Energia e Ambiente
Progetto Life-Nereide: asfalto silenzioso da materiale riciclato
Moda
Nuova linea ready-to-wear de La Perla: sensuali giacche corsetto
Scienza e Innovazione
Esa, Vega: nel 2018 opportunità di volo per minisatelliti multipli
TechnoFun
Google crea strumento intelligenza artificiale anti-trolls
Sistema Trasporti
Da UNRAE protocollo costruttori-scuole per formare autisti hi-tech