domenica 19 febbraio | 15:44
pubblicato il 17/apr/2013 16:41

Boston: mons. Uglietto, tragedia insensata. Ho chiesto preghiera a papa

(ASCA) - Citta' del Vaticano, 17 apr - Stamani all'udienza generale con papa Francesco anche gli echi dell'attentato di Boston hanno raggiunto piazza San Pietro. ''Una tragedia insensata, una violenza atroce'': il vescovo ausiliare di Boston, monsignor Peter John Uglietto, presente all'udienza, riferisce l'Osservatore Romano, non nasconde dolore e sgomento ''per un attentato gravissimo che ha colpito la mia citta''' e tutti gli uomini che l'hanno eletta per un giorno ''capitale della fratellanza'' secondo il vero spirito sportivo della maratona. Al papa, spiega il vescovo, ''ho chiesto di continuare a pregare per le vittime, con un pensiero particolare per il piccolo Martin Richard che aveva appena otto anni, per i feriti, per tutte le famiglie colpite''. E, aggiunge, ''gli ho assicurato che come comunita' cristiana faremo il possibile per stare accanto a chi soffre, facendo crescere la comunione e il senso di unita' tra tutti gli uomini di buona volonta'''.

dab/sam/rob

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Campidoglio
Raggi: vogliamo stadio della Roma ma nel rispetto della legge
Immigrati
Guardia costiera: oggi 358 migranti salvati nel Mediterrano
Cinema
Napoli ricorda Totò a 50 anni da morte con show e set ricreati
Terremoti
A Norcia consegnate le chiavi delle prime casette post-sisma
Altre sezioni
Salute e Benessere
Ordini Medici: pubblicità sanitaria selvaggia è allarme sociale
Motori
BMW presenta la nuova Serie 5 berlina
Enogastronomia
"Benvenuto Brunello" Guida Rossa Michelin firma piastrella 2016
Turismo
Turismo, Alpitour amplia la rete su Andalusia e Costa del Sol
Energia e Ambiente
Premio ai Vigili del fuoco per i voli su Amatrice e Rigopiano
Moda
Moda New York, la donna bon ton secondo Carolina Herrera
Scienza e Innovazione
SpaceX, rinviato lancio del Falcon-9 dalla piattaforma Nasa 39-A
TechnoFun
Amazon, a tempo di record i lavori per nuovo centro vicino Roma
Sistema Trasporti
Ibar, Usa e Cina ancora al top per i voli dall'Italia