venerdì 02 dicembre | 21:34
pubblicato il 06/mar/2012 16:32

Boni/ Pm: usava uffici R. Lombardia per accordi e prendere soldi

I Pm Robledo e Filippini: Sospetti di soldi dati a Lega Nord

Boni/ Pm: usava uffici R. Lombardia per accordi e prendere soldi

Milano, 6 mar. (askanews) - "Boni e Ghezzi utilizzavano gli uffici pubblici della Regione Lombardia come luogo di incontro per accordi corruttivi nonchè per la consegna di soldi". Lo scrivono i pm di Milano Robledo e Filippini nel decreto di perquisizione in relazione all'inchiesta dove, tra gli altri, sono indagati per corruzione il presidente del consiglio regionale lombardo Davide Boni (Lega) e il capo della sua segreteria politica Dario Ghezzi. I pm di Milano hanno il sospetto che una parte dei soldi delle tangenti incassate da Davide Boni, presidente del consiglio regionale lombardo indagato per corruzione dalla procura di Milano, finissero alla Lega Nord. E' la presenza nella vicenda dell'ex assessore di Cassano D'Adda Marco Paoletti a far emergere una sorta di "sistema partito" della Lega.

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Inchiesta Roma
Mafia Capitale, altro processo: chiesto giudizio per 24 persone
Criminalità
Roma, imprenditore sequestrato e seviziato per usura: 3 arresti
Censis
Bullismo, oltre metà 11-17enni ha subìto comportamenti offensivi
Censis
Censis: paura degli stranieri, immigrazione preoccupa 44% italiani
Altre sezioni
Salute e Benessere
Medici: atleti tendono a sovrastimare problemi cardiovascolari
Enogastronomia
Nasce il Movimento Turismo dell'Olio
Turismo
Turismo, Franceschini: il 2017 sarà l'Anno dei Borghi
Lifestyle
Yocci, il Re della Torta di Carote e... il modo di essere
Moda
Gli angeli sexy di Victoria's Secret sfilano a Parigi
Sostenibilità
Smart City, modello Milano grazie a ruolo utilities
Efficienza energetica
Pesticidi: una minaccia per le api, colpito anche l'olfatto
Scienza e Innovazione
Ministeriale Esa, Battiston (Asi): l'Italia è molto soddisfatta
Motori
Audi A3 compie 20 anni, 3 generazioni e 4 milioni di esemplari