sabato 03 dicembre | 19:20
pubblicato il 08/feb/2012 19:21

Bimbo ucciso a Genova/ Rasero: Vissuti due anni da incubo

"Ho fatto degli sbagli ma solo moralmente"

Bimbo ucciso a Genova/ Rasero: Vissuti due anni da incubo

Genova, 8 feb. (askanews) - "Sono felice, ho vissuto due anni da incubo perché stare in carcere ingiustamente è un incubo". Sono le prime parole pronunciate da Giovanni Antonio Rasero all'uscita dal carcere genovese di Marassi, dopo essere stato assolto in appello dall'accusa di aver ucciso il piccolo Alessandro, figlio di otto mesi della ex compagna Katerina Mathas. Ad un cronista che gli chiedeva se pensasse di aver fatto degli sbagli, Rasero ha risposto: "Moralmente sì". Il broker 32enne, condannato in primo grado a 26 anni di reclusione, ha voluto "ringraziare la polizia penitenziaria e gli altri detenuti che hanno sempre capito di che tipo di processo si trattava".

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Altre sezioni
Salute e Benessere
Disturbi del sonno? 10 regole ambientali per dormire meglio
Enogastronomia
Nasce il Movimento Turismo dell'Olio
Turismo
Turismo, Franceschini: il 2017 sarà l'Anno dei Borghi
Lifestyle
Yocci, il Re della Torta di Carote e... il modo di essere
Moda
Gli angeli sexy di Victoria's Secret sfilano a Parigi
Sostenibilità
Smart City, modello Milano grazie a ruolo utilities
Efficienza energetica
Pesticidi: una minaccia per le api, colpito anche l'olfatto
Scienza e Innovazione
Ministeriale Esa, Battiston (Asi): l'Italia è molto soddisfatta
Motori
Audi A3 compie 20 anni, 3 generazioni e 4 milioni di esemplari