lunedì 05 dicembre | 15:47
pubblicato il 04/mag/2012 12:36

Biella, fiamme gialle sventano truffa del falso notaio milanese

Inviava plichi a commercianti e si faceva pagare spese notifica

Biella, fiamme gialle sventano truffa del falso notaio milanese

Biella, (askanews) - Un falso notaio milanese spediva plichi ad aziende e si faceva pagare le spese di notifica relative ad atti inesistenti. La Guardie di Finanza di Biella ha sequestrato più di 6 mila plichi in contrassegno indirizzati ad altrettante società e denunciato il responsabile, un pregiudicato di 59 anni residente a Vedano al Lambro.Le indagini scaturite dalla denuncia del titolare di una tintoria di Sandigliano, hanno permesso di "stroncare", sul nascere la truffa. Semplice il meccanismo messo a punto: un corriere si presentava presso gli uffici dell'azienda dicendo che c'era una raccomandata da ritirare e per la quale era richiesto il pagamento, in contrassegno, di 28 euro e 50 per le spese di notifica e consegna. L'inconsapevole contribuente accettava il plico e versava l'importo richiesto, pensando di trovarsi in mano un urgente avviso. Salvo poi rendersi conto di essere stato ingannato. Più di 200 gli imprenditori caduti nell'inganno, ma gli inquirenti ritengono che la platea dei frodati sia più vasta. La truffa avrebbe potuto fruttare una somma vicina ai 200 mila euro.

Gli articoli più letti
Altre sezioni
Salute e Benessere
Sifo: in Italia 4 milioni di depressi. Ma solo 1 su 3 si cura
Enogastronomia
Festa a Roma con Heinz Beck per i 30 anni del Gambero Rosso
Turismo
Turismo, Franceschini: il 2017 sarà l'Anno dei Borghi
Lifestyle
Yocci, il Re della Torta di Carote e... il modo di essere
Moda
Gli angeli sexy di Victoria's Secret sfilano a Parigi
Sostenibilità
Smart City, modello Milano grazie a ruolo utilities
Efficienza energetica
Pesticidi: una minaccia per le api, colpito anche l'olfatto
Scienza e Innovazione
Ministeriale Esa, Battiston (Asi): l'Italia è molto soddisfatta
Motori
Audi A3 compie 20 anni, 3 generazioni e 4 milioni di esemplari