mercoledì 18 gennaio | 19:57
pubblicato il 27/feb/2014 16:26

Biella: 'Toto' truffa', prelevati 2 mln da conti dormienti. 9 denunce

Biella: 'Toto' truffa', prelevati 2 mln da conti dormienti. 9 denunce

(ASCA) - Biella, 27 feb 2014 - Hanno effettuato prelievi illeciti da conti correnti e libretti di risparmio cosiddetti ''dormienti'' per un ammontare complessivo di circa due milioni di euro. Per questa ''Toto' truffa'' - come l'hanno ribattezzata le Fiamme gialle del Nucleo di polizia tributaria di Biella che hanno condotto l'indagine - sono state denunciate nove persone per associazione a delinquere e truffa ai danni dello Stato. Ad architettare il tutto un avvocato e un commercialista di origine campana. In particolare - spiega una nota - gli indagati sono riusciti ad incassare notevoli somme di denaro giacenti su libretti di deposito al portatore ''dormienti'' attraverso false operazioni di ''ammortamento'', una procedura che normalmente consente al legittimo possessore di riappropriarsi di libretti eventualmente smarriti.

I rapporti di credito definiti ''dormienti'' sono caratterizzati dall'assenza di operazioni da parte del titolare del rapporto per il periodo di tempo di 10 anni decorrenti dalla data di libera disponibilita' delle somme.

In tale quadro, secondo la ricostruzione degli inquirenti, i denunciati hanno presentato false denunce di smarrimento per ottenere la ''duplicazione'' (ammortamento) dei libretti al portatore (quelli, cioe', privi di intestatario). Gli indagati avrebbero anche redatto falsi testamenti olografi, per riscuotere i depositi nominativi intestati a defunti all'insaputa dei legittimi eredi o, comunque, a soggetti privi di eredi diretti (per i quali destinatario dell'eredita' sarebbe dovuto essere lo Stato).

La Guardia di finanza, attraverso indagini, intercettazioni e pedinamenti svolti dallo scorso anno sull'intero territorio nazionale, ha quindi denunciato i due professionisti insieme ad altri sette prestanome per associazione per delinquere finalizzata alla truffa aggravata ai danni dello Stato.

Gli importi sottratti, infatti, in virtu' della legge 266 del 2005, confluiscono nel Fondo rapporti dormienti, istituito dal ministero dell'Economia per il risarcimento delle vittime di frodi finanziarie.

com-stt/mpd

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Terremoti
Cnr: sisma fenomeno di contagio a cascata tra faglie adiacenti
Terremoti
Terremoto, sindaca Raggi riunisce il centro operativo comunale
Terremoti
Sisma, Raggi: a Roma saranno avviate verifiche su scuole e uffici
Terremoti
Sisma centro Italia, Ingv: oltre 100 scosse, 4 sopra magnitudo 5
Altre sezioni
Salute e Benessere
"Guarda che bello", quando gli occhi dei bimbi si curano con gioia
Motori
Moto, Ducati e Diesel insieme per una Diavel post-apocalittica
Enogastronomia
Consorzio Valpolicella: in Usa il 10% della produzione di Amarone
Turismo
Da Bookingfax una App per riportare turisti in Agenzia di viaggio
Energia e Ambiente
Leader mondiali dell'industria danno vita all'Hydrogen Council
Moda
Moda, dopo Milano Brandamour apre uno show room anche a New York
Scienza e Innovazione
"L'Ara com'era", il racconto dell'Ara Pacis diventa più immersivo
TechnoFun
Rischi del web, ecco le 8 truffe che colpiscono gli italiani
Sistema Trasporti
Gb, arrivato a Londra primo treno merci proveniente dalla Cina