giovedì 23 febbraio | 06:42
pubblicato il 27/feb/2014 16:26

Biella: 'Toto' truffa', prelevati 2 mln da conti dormienti. 9 denunce

Biella: 'Toto' truffa', prelevati 2 mln da conti dormienti. 9 denunce

(ASCA) - Biella, 27 feb 2014 - Hanno effettuato prelievi illeciti da conti correnti e libretti di risparmio cosiddetti ''dormienti'' per un ammontare complessivo di circa due milioni di euro. Per questa ''Toto' truffa'' - come l'hanno ribattezzata le Fiamme gialle del Nucleo di polizia tributaria di Biella che hanno condotto l'indagine - sono state denunciate nove persone per associazione a delinquere e truffa ai danni dello Stato. Ad architettare il tutto un avvocato e un commercialista di origine campana. In particolare - spiega una nota - gli indagati sono riusciti ad incassare notevoli somme di denaro giacenti su libretti di deposito al portatore ''dormienti'' attraverso false operazioni di ''ammortamento'', una procedura che normalmente consente al legittimo possessore di riappropriarsi di libretti eventualmente smarriti.

I rapporti di credito definiti ''dormienti'' sono caratterizzati dall'assenza di operazioni da parte del titolare del rapporto per il periodo di tempo di 10 anni decorrenti dalla data di libera disponibilita' delle somme.

In tale quadro, secondo la ricostruzione degli inquirenti, i denunciati hanno presentato false denunce di smarrimento per ottenere la ''duplicazione'' (ammortamento) dei libretti al portatore (quelli, cioe', privi di intestatario). Gli indagati avrebbero anche redatto falsi testamenti olografi, per riscuotere i depositi nominativi intestati a defunti all'insaputa dei legittimi eredi o, comunque, a soggetti privi di eredi diretti (per i quali destinatario dell'eredita' sarebbe dovuto essere lo Stato).

La Guardia di finanza, attraverso indagini, intercettazioni e pedinamenti svolti dallo scorso anno sull'intero territorio nazionale, ha quindi denunciato i due professionisti insieme ad altri sette prestanome per associazione per delinquere finalizzata alla truffa aggravata ai danni dello Stato.

Gli importi sottratti, infatti, in virtu' della legge 266 del 2005, confluiscono nel Fondo rapporti dormienti, istituito dal ministero dell'Economia per il risarcimento delle vittime di frodi finanziarie.

com-stt/mpd

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Vaticano
Vaticano: sorveglieremo per evitare abusi di simboli Santa Sede
Carige
Truffa a Carige, l'ex presidente Berneschi condannato a 8 anni
Campidoglio
Grillo in Campidoglio: su stadio Roma decidono Raggi e Consiglio
Mafia
Summit mafiosi per spartire racket, 14 arresti a Lamezia Terme
Altre sezioni
Salute e Benessere
Carnevale, allarme dermatologi: attenzione a trucchi e maschere
Motori
Man lancia due iniziative per salute e sicurezza degli autisti
Enogastronomia
150 ettari oliveto sul mare a Menfi, prende vita progetto Planeta
Turismo
Boom degli affitti brevi in ambito turistico e non solo (+30%)
Energia e Ambiente
Una legge per istituire la Giornata del risparmio energetico
Moda
A Londra apre una mostra su Lady Diana, icona della moda
Scienza e Innovazione
Nasa: scoperti sette esopianeti simili alla Terra
TechnoFun
La Cina leader nel mondo delle app per abbellire i selfie
Sistema Trasporti
Da UNRAE protocollo costruttori-scuole per formare autisti hi-tech