venerdì 24 febbraio | 05:31
pubblicato il 18/dic/2011 12:30

Benigni star al San Carlo per "Messa di requiem" diretta da Muti

12 minuti di applausi al maestro: orgoglioso di essere napoletano

Benigni star al San Carlo per "Messa di requiem" diretta da Muti

Napoli (askanews) - C'era anche il premio Oscar Roberto Benigni, accompagnato dalla moglie Nicoletta Braschi, alla prima della "Messa di requiem" di Giuseppe Verdi, diretta dal maestro Riccardo Muti, al Teatro di San Carlo di Napoli, evento che simbolicamente chiude l'anno di festeggiamenti per i 150 anni dell'Unità d'Italia.L'evento, grandioso come e più di una prima d'inizio stagione, ha avuto un parterre d'eccezione con 4 ministri presenti: Anna Maria Cancellieri, Paola Severino, Lorenzo Ornaghi e Filippo Patroni Griffi ai quali il maestro Muti, dopo essersi definito "orgoglioso di essere napoletano" ha chiesto di rimanere "vicini al teatro San Carlo, affinché la gloria di Napoli possa proseguire per sempre".Vera e propria ovazione per l'orchestra e il coro del San Carlo diretti da Muti omaggiati con oltre 12 minuti di applausi.

Gli articoli più letti
Maltempo
Allerta protezione civile: in arrivo venti forti al Centro-Nord
Ambiente
Scoperta una nuova specie di mammifero: lo scoiattolo meridionale
Papa
Papa: scandaloso dire "sono cattolico" e riciclare denaro
Berlusconi
Berlusconi a pm: minacce da olgettina, voleva 1 mln per tacere
Altre sezioni
Salute e Benessere
Tribunale malato: per 1 medico su 3 troppo poco tempo per paziente
Motori
Man lancia due iniziative per salute e sicurezza degli autisti
Enogastronomia
Ricerca Gfk: l'identikit dei nuovi consumatori al supermercato
Turismo
Boom degli affitti brevi in ambito turistico e non solo (+30%)
Energia e Ambiente
Scoperta una nuova specie di mammifero: lo scoiattolo meridionale
Moda
A Londra apre una mostra su Lady Diana, icona della moda
Scienza e Innovazione
I 7 gemelli della Terra: il parere dell'astronauta Maurizio Cheli
TechnoFun
Internet of Things: dopo la "nuvola" si studia la "nebbia"
Sistema Trasporti
Da UNRAE protocollo costruttori-scuole per formare autisti hi-tech