martedì 24 gennaio | 08:34
pubblicato il 29/mar/2011 13:20

Beni culturali/ Spacca al Getty Museum: restituiteci il Lisippo

Missione a Los Angeles. Intanto a breve sentenza magistratura

Beni culturali/ Spacca al Getty Museum: restituiteci il Lisippo

Roma, 29 mar. (askanews) - Le Marche vogliono che il Lisippo torni in patria, così come accaduto appena qualche giorno fa per la Venere di Morgantina, che ha fatto ritorno in Sicilia. Per questo il presidente della Regione Marche, Gian Mario Spacca, si è recato a Los Angeles per incontrare i vertici del Getty Museum e chiedere loro la restituzione dell'Atleta di Fano, meglio noto come Lisippo, all'Italia. "Abbiamo offerto un innovativo 'trattato di pace' nella lunga battaglia con il Paul Getty Museum - ha spiegato Spacca - chiedendo ad una delle più grandi istituzioni culturali del mondo un comportamento etico per il ritorno del Lisippo nella sua terra di provenienza. Non siamo venuti per dichiarare guerra al Getty, bensì per risolvere la disputa in un modo di cui possano beneficiare il grande museo, l'Italia e, ancora più importante, gli amanti dell'arte di tutto il mondo". "La statua di Lisippo - ha detto Spacca in conferenza stampa - è una testimonianza preziosa della cultura italiana. Esiste un grandissimo interesse della comunità marchigiana, ma anche di tutta la comunità adriatica, a riavere l'atleta di Fano, simbolo della cultura che seppe formarsi intorno a questo mare oltre 2000 anni fa. Abbiamo proposto al Getty un progetto di collaborazione, perché la cultura e l'arte hanno un valore universale, non devono dividere, ma unire. Il Getty è un museo prestigioso, deve dimostrare al mondo di sapersi comportare da istituzione culturale di livello mondiale, ed agire in modo eticamente corretto". "So che la direzione del Getty vuole attendere l'esito del procedimento giudiziale - ha aggiunto il governatore marchigiano - Rispettiamo questo intendimento, ma abbiamo riaffermato di essere pronti a sviluppare una collaborazione culturale in qualsiasi momento, sia prima che dopo la sentenza finale del giudice di Pesaro". Quanto agli aspetti giudiziari, la causa legale sarà decisa dalla Magistratura italiana a breve, dopo i numerosi e falliti appelli del museo che continua a sostenere che la proprietà del Lisippo sia legale. L'ultimo pronunciamento dà ragione all'Italia: l'inestimabile bronzo può avere la stessa sorte della Venere di Morgantina, una delle principali attrattive del Getty fino alla confisca avvenuta questo mese.

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Stop alla caccia di tordi e beccacce
Stop alla caccia di tordi e beccacce, appello delle associazioni
Rigopiano
Hotel Rigopiano, bilancio sale a 7 vittime: ancora 22 i dispersi
Bagnasco
Bagnasco: povertà si allarga. Subito reddito di inclusione
Campidoglio
Roma, riparte maratona bilancio. Ok a emendamenti Giunta Raggi
Altre sezioni
Salute e Benessere
Digital Magics cede partecipazione in ProfumeriaWeb a Free Bird
Motori
John Lennon, all'asta la sua Mercedes-Benz 230SL Roadster
Enogastronomia
Tutti a Montefalco per l'Anteprima Sagrantino
Turismo
Alla scoperta di Piacenza con Sorgentedelvino Live
Energia e Ambiente
Pericolo estinzione per il 60% di tutte le specie di primati
Moda
Moda Parigi, l'eleganza rilassata dell'uomo Louis Vuitton
Scienza e Innovazione
Sugli sci trainati dal drone: arriva il droneboarding
TechnoFun
Cyber attacchi, dal 2001 in Italia hackerati 12mila siti web
Sistema Trasporti
Confermato avvio lavori di interconnessione tra Brebemi e A4