martedì 17 gennaio | 12:08
pubblicato il 12/ago/2011 19:50

Benevento, intimidazione al sindaco di Apice: auto in fiamme

Ida Antonietta Albanese: "Non ci fermeremo"

Benevento, intimidazione al sindaco di Apice: auto in fiamme

Un'auto completamente bruciata, data alle fiamme sotto casa: un atto intimidatorio ai danni di Ida Antonietta Albanese, sindaco di Apice, nel Beneventano. Nel mirino la macchina intestata al primo cittadino, una Volkswagen Passat usata dal marito, medico all'ospedale Rummo. I motivi del gesto, dice il sindaco, sono da ricercare nella gestione amministrativa del Comune.Non sono atti come questo, dice, che fermeranno l'operato del Comune: a sostenerlo i moltissimi cittadini di Apice che credono nella legalità.Si indaga per capire motivi e autori dell'accaduto: a provocare le fiamme una bottiglia di plastica, trovata poco distante dai carabinieri della stazione di Apice, intervenuti insieme ai vigili del fuoco. Dalle prime ricostruzioni non è escluso che l'avvertimento fosse indirizzato al medico e non al sindaco.

Gli articoli più letti
Bancarotta
Bancarotta, a Reggio Calabria 7 ordinanze cautelari
Cybercrime
Cybercrime, Giulio e Francesca Occhionero restano in carcere
Criminalità
Assalti ai bancomat in Veneto e Lombardia: 15 arresti
Immigrati
Naufragio nel Mediterraneo, a Trapani 38 superstiti e 4 vittime
Altre sezioni
Salute e Benessere
Salute: nuovi Lea in arrivo. In vigore dopo pubblicazione su G.U.
Motori
L'Italia difende Fca dalle accuse tedesche: le sue auto sono in regola
Enogastronomia
Consorzio Valpolicella, conto alla rovescia Anteprima Amarone
Turismo
A Singapore la gara di Danza del leone, caccia i cattivi spiriti
Energia e Ambiente
L'Enel porta energia "verde" all'ambasciata italiana di Abu Dhabi
Moda
Milano Moda Uomo, trionfo di righe e quadri da Missoni
Scienza e Innovazione
Ricerca, tartaruga gigante ultimo pasto di squalo del Mesozoico
TechnoFun
Rischi del web, ecco le 8 truffe che colpiscono gli italiani
Sistema Trasporti
Tempesta di neve in Tunisia: migliaia di auto intrappolate