sabato 03 dicembre | 13:21
pubblicato il 11/feb/2014 10:10

Benedetto XVI: mons. Ganswein, sue dimissioni uno choc

Benedetto XVI: mons. Ganswein, sue dimissioni uno choc

(ASCA) - Roma, 11 feb 2014 - ''Si e' vero, e' stato uno choc.

Ho visto davanti a me i cardinali, alcuni increduli, altri non avevano capito bene. Una sorpresa, con tutte le conseguenze di una sorpresa''. Cosi', ai microfoni di 'Prima di tutto', su Radio Uno, mons. Georg Ganswein, prefetto della Casa pontificia, collaboratore strettissimo di papa Ratzinger, ha ricordato la decisione di Benedetto XVI di porre la parola fine al suo pontificato, esattamente un anno fa, durante il Concistoro per la canonizzazione di 813 martiri.

Riferendosi al papa emerito, padre Ganswein ha proseguito: ''Lui mi comunico' non soltanto un'idea, una riflessione ma una decisione e io ho capito subito - anche se istintivamente ho detto: 'Padre Santo, non e' possibile!' - che era una decisione maturata dopo tanta riflessione, con preghiera al Signore. Non c'era piu' niente da fare. Ma voglio dire - ha precisato padre Georg - che questo atto coraggioso non era una fuga, ma una decisone presa con grande responsabilita'''.

Sulla possibilita' che la scelta di papa Benedetto possa rappresentare un precedente nel diritto canonico, padre Georg ha osservato che: ''Papa Ratzinger non ha voluto in alcun modo condizionare e non condizionera' alcuno dei suoi successori.

Certamente, con questo atto di rinuncia, ha determinato un fatto nuovo che deve essere rispettato''.

Dodici mesi dopo le sue dimissioni, Ratzinger, ''prega, studia, riceve persone, si occupa di un'ampia corrispondenza, sente musica, passeggia. La sua mattina inizia sempre con la Santa messa e con il Breviario; ogni tanto la sera suona anche il pianoforte'', ha riferito il prefetto della Casa pontificia. Il quale, in conclusione, si e' espresso anche sul recente monito dell'Onu alla Chiesa in tema di preti pedofili. ''All'inizio - ha detto padre Georg - queste parole mi hanno stupito fortemente. Ma nel frattempo, sia Padre Lombardi, sia il segretario di Stato Vaticano, Parolin, hanno detto quello che andava detto. E io non voglio aggiungere nulla'', ha chiosato.

com-stt/rus

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Censis
Bullismo, oltre metà 11-17enni ha subìto comportamenti offensivi
Altre sezioni
Salute e Benessere
Medici: atleti tendono a sovrastimare problemi cardiovascolari
Enogastronomia
Nasce il Movimento Turismo dell'Olio
Turismo
Turismo, Franceschini: il 2017 sarà l'Anno dei Borghi
Lifestyle
Yocci, il Re della Torta di Carote e... il modo di essere
Moda
Gli angeli sexy di Victoria's Secret sfilano a Parigi
Sostenibilità
Smart City, modello Milano grazie a ruolo utilities
Efficienza energetica
Pesticidi: una minaccia per le api, colpito anche l'olfatto
Scienza e Innovazione
Ministeriale Esa, Battiston (Asi): l'Italia è molto soddisfatta
Motori
Audi A3 compie 20 anni, 3 generazioni e 4 milioni di esemplari