giovedì 08 dicembre | 23:06
pubblicato il 20/dic/2011 09:40

Belluno, tangenti per procreazione assistita: arrestato primario

Chi pagava accedeva alla procedura in pochi mesi invece che anni

Belluno, tangenti per procreazione assistita: arrestato primario

Roma, 20 dic. (askanews) - Chiedeva 'tangenti' ai pazienti per far saltare le liste d'attesa della procreazione assistita. Arrestato dalla Guardia di Finanza di Belluno il primario di Ostetricia e Ginecologia dell'Ospedale di Pieve di Cadore. Il medico, facendo leva sulla paura degli aspiranti mamma e papà di perdere l'ultima occasione per coronare il sogno di avere un figlio e induceva le coppie a pagare fino a 2.500 euro per ogni tentativo di procreazione medicalmente assistita. In questo modo poteva ridurre a pochi mesi una lista d'attesa pubblica normalmente pari a 2 anni. Il primario, finito ai domiciliari, deve rispondere di concussione aggravata e continuata nonché di interruzione di pubblico servizio.

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Immigrati
A Pozzallo sbarcati 573 migranti: duecento soccorsi in ipotermia
Papa
Papa: prego per bambini, famiglie che fanno fatica e lavoratori
Altre sezioni
Salute e Benessere
Orecchie a sventola, clip rivoluziona intervento chirurgico
Enogastronomia
Domenica 11 dicembre Cantine aperte a Natale
Turismo
Con Volagratis Capodanno low cost da Parigi al Mar Rosso
Lifestyle
Giochi, Agimeg: nel 2016 raccolta supera i 94 miliardi (+7,3%)
Moda
Per Herno nuovo flagship store a Seoul
Sostenibilità
Roma, domani al via la terza "Isola della sostenibilità"
Efficienza energetica
Natale 2016, focus risparmio energetico e trionfo regalo Hi-tech
Scienza e Innovazione
Ricerca, da 2018 l'ERC tornerà a finanziare team multidisciplinari
Motori
Nuova Leon Cupra, più potenza e migliori prestazioni