lunedì 27 febbraio | 01:16
pubblicato il 11/ott/2013 19:25

Bellezza: medicina estetica batte chirurgia estetica

Bellezza: medicina estetica batte chirurgia estetica

(ASCA) - Milano, 11 ott - Dopo un decennio di dominio, e complice la crisi, la chirurgia cede il passo alla medicina estetica, meno invasiva e piu' alla portata di tutti. E' quanto emerge dall'ultimo rapporto sulla ripartizione dei trattamenti estetici nel mondo realizzata dalla ASAPS (American Society of Aesthetic Plastic Surgery) il cui commento e' stato presentato al 15* Congresso Internazionale di Medicina Estetica Agora', l'evento di riferimento per gli esperti del settore. Secondo le statistiche, se nel 1997 il rapporto era 55 a 45 in favore del bisturi, nel 2012 la situazione non si e' soltanto ribaltata, ma l'ago si e' spostato nella direzione diametralmente opposta con un 83,29% di trattamenti di medicina estetica al fronte di un 16,72 di chirurgia.

Ma quali sono le procedure di Medicina Estetica piu' diffuse nel nostro Paese? i trattamenti con filler di acido ialuronico sono in testa alla classifica, seguito dai sempre richiestissimi trattamenti con tossina botulinica. Dal rapporto emerge al terzo posto la 'Biorivitalizzazione cutanea' che rispecchia una nuova cultura dei pazienti che hanno compreso l'importanza di mantenere la cute in un ottimo stato di salute, attraverso l'apporto di acido ialuronico e pool vitaminici finalizzati a equilibrare l'insieme di queste sostanze naturalmente presenti nella cute e nel derma che a causa dell'invecchiamento, dell'esposizione solare o per altre problematiche si diradano, alterando sia la struttura che l'aspetto esteriore. Trend Positivo confermato anche per la tossina botulinica come secondo trattamento medico-estetico piu' richiesto in italia, mentre all'estero, come confermano le statistiche presentate al Congresso Agora', e' invece saldamente al comando. Rispettivamente al quarto e al quinto posto, due differenti tipi di laser. Il primo che permette una epilazione definitiva, mentre il secondo, il laser Q-Switch, e' indicato per la rimozione controllata di macchie, discromie e tatuaggi che spesso rappresentano un motivo di disagio e imbarazzo per i pazienti.

red/mpd

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Biotestamento
Dj Fabo in Svizzera, visite mediche per decidere l'eutanasia
Campidoglio
Roma, Colomban: progetto taglio partecipate senza licenziamenti
Altre sezioni
Salute e Benessere
Fibrosi polmonare idiopatica, al Gemelli seminario internazionale
Motori
L'agricoltura del futuro: Case IH presenta il trattore autonomo
Enogastronomia
Ricerca Gfk: l'identikit dei nuovi consumatori al supermercato
Turismo
Boom degli affitti brevi in ambito turistico e non solo (+30%)
Energia e Ambiente
Progetto Life-Nereide: asfalto silenzioso da materiale riciclato
Moda
Nuova linea ready-to-wear de La Perla: sensuali giacche corsetto
Scienza e Innovazione
Esa, Vega: nel 2018 opportunità di volo per minisatelliti multipli
TechnoFun
Google crea strumento intelligenza artificiale anti-trolls
Sistema Trasporti
Da UNRAE protocollo costruttori-scuole per formare autisti hi-tech