sabato 03 dicembre | 07:44
pubblicato il 10/mag/2013 15:29

Bellezza: allarme medici, no 'ritocchino' a buon mercato. E' pericoloso

Bellezza: allarme medici, no 'ritocchino' a buon mercato. E' pericoloso

(ASCA) - Roma, 10 mag - Il 'ritocchino' a buon mercato? Puo' rivelarsi molto pericoloso, sia sotto il profilo estetico che della salute. L'allarme e' lanciato dalla Societa' di Medicina Estetica (SIME) che in questi giorni va a congresso nazionale insieme all'Accademia Italiana di medicina anti-aging. Se la crisi ha determinato negli ultimi anni una flessione nella richiesta di interventi estetici che il presidente della SIME , Emanuele Bartoletti, quantifica in ''un 10% nella medicina estetica e un 20-30% per la chirurgia'', per il clinico, ''stiamo assistendo a una pericolosa corsa al ribasso. Con medici che propongono trattamenti con prodotti a basso costo che per definizione non possono essere sicuri. Attenzione, dunque, alle offerte particolarmente convenienti: si rischia di andare verso il danno grave''. ''Molto pericoloso, poi - avverte - rivolgersi alla chirurgia all'estero, anche perche' una volta tornati in Italia non c'e' assistenza post-operatoria, proprio nel momento in cui, cioe', possono venire fuori le complicazioni.

Il turismo per la chirurgia estetica andrebbe abolito - avverte - soprattuto verso quei Paesi al di fuori dell'Unione Europea dove i controlli e le garanzie non sono assolutamente gli stessi''.

Una luce oltre il tunnel della crisi, pero', si inizia a vedere, come sottolinea Nicolo' Scuderi, direttore della Cattedra di Chirurgia Plastica e Ricostruttiva a La Sapienza di Roma: ''Nel 2013 stiamo assistendo a una ripresa della domanda, anche se leggera, con il lifting 'soft', non troppo pesante ma che da risultati visibili, e con la blefaroplastica e gli interventi di mastoplastica additiva per le ragazze, mentre gli uomini chiedono la liposuzione per far sparire la 'pancetta'. Capita in questi ultimi tempi pero' - racconta - che vengano da me pazienti chiedendo di pagare l'intervento 'in nero', affinche' non siano 'tracciabili' soldi spesi. Ovviamente non posso farlo e allora si rivolgono all'estero''.

mpd

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Inchiesta Roma
Mafia Capitale, altro processo: chiesto giudizio per 24 persone
Criminalità
Roma, imprenditore sequestrato e seviziato per usura: 3 arresti
Censis
Censis: paura degli stranieri, immigrazione preoccupa 44% italiani
Censis
Bullismo, oltre metà 11-17enni ha subìto comportamenti offensivi
Altre sezioni
Salute e Benessere
Medici: atleti tendono a sovrastimare problemi cardiovascolari
Enogastronomia
Nasce il Movimento Turismo dell'Olio
Turismo
Turismo, Franceschini: il 2017 sarà l'Anno dei Borghi
Lifestyle
Yocci, il Re della Torta di Carote e... il modo di essere
Moda
Gli angeli sexy di Victoria's Secret sfilano a Parigi
Sostenibilità
Smart City, modello Milano grazie a ruolo utilities
Efficienza energetica
Pesticidi: una minaccia per le api, colpito anche l'olfatto
Scienza e Innovazione
Ministeriale Esa, Battiston (Asi): l'Italia è molto soddisfatta
Motori
Audi A3 compie 20 anni, 3 generazioni e 4 milioni di esemplari