giovedì 19 gennaio | 03:10
pubblicato il 10/mag/2013 15:29

Bellezza: allarme medici, no 'ritocchino' a buon mercato. E' pericoloso

Bellezza: allarme medici, no 'ritocchino' a buon mercato. E' pericoloso

(ASCA) - Roma, 10 mag - Il 'ritocchino' a buon mercato? Puo' rivelarsi molto pericoloso, sia sotto il profilo estetico che della salute. L'allarme e' lanciato dalla Societa' di Medicina Estetica (SIME) che in questi giorni va a congresso nazionale insieme all'Accademia Italiana di medicina anti-aging. Se la crisi ha determinato negli ultimi anni una flessione nella richiesta di interventi estetici che il presidente della SIME , Emanuele Bartoletti, quantifica in ''un 10% nella medicina estetica e un 20-30% per la chirurgia'', per il clinico, ''stiamo assistendo a una pericolosa corsa al ribasso. Con medici che propongono trattamenti con prodotti a basso costo che per definizione non possono essere sicuri. Attenzione, dunque, alle offerte particolarmente convenienti: si rischia di andare verso il danno grave''. ''Molto pericoloso, poi - avverte - rivolgersi alla chirurgia all'estero, anche perche' una volta tornati in Italia non c'e' assistenza post-operatoria, proprio nel momento in cui, cioe', possono venire fuori le complicazioni.

Il turismo per la chirurgia estetica andrebbe abolito - avverte - soprattuto verso quei Paesi al di fuori dell'Unione Europea dove i controlli e le garanzie non sono assolutamente gli stessi''.

Una luce oltre il tunnel della crisi, pero', si inizia a vedere, come sottolinea Nicolo' Scuderi, direttore della Cattedra di Chirurgia Plastica e Ricostruttiva a La Sapienza di Roma: ''Nel 2013 stiamo assistendo a una ripresa della domanda, anche se leggera, con il lifting 'soft', non troppo pesante ma che da risultati visibili, e con la blefaroplastica e gli interventi di mastoplastica additiva per le ragazze, mentre gli uomini chiedono la liposuzione per far sparire la 'pancetta'. Capita in questi ultimi tempi pero' - racconta - che vengano da me pazienti chiedendo di pagare l'intervento 'in nero', affinche' non siano 'tracciabili' soldi spesi. Ovviamente non posso farlo e allora si rivolgono all'estero''.

mpd

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Terremoti
Cnr: sisma fenomeno di contagio a cascata tra faglie adiacenti
Terremoti
Sisma, Raggi: a Roma saranno avviate verifiche su scuole e uffici
Terremoti
Terremoto, sindaca Raggi riunisce il centro operativo comunale
Terremoti
Sisma centro Italia, Ingv: oltre 100 scosse, 4 sopra magnitudo 5
Altre sezioni
Salute e Benessere
"Guarda che bello", quando gli occhi dei bimbi si curano con gioia
Motori
Moto, Ducati e Diesel insieme per una Diavel post-apocalittica
Enogastronomia
Consorzio Valpolicella: in Usa il 10% della produzione di Amarone
Turismo
Da Bookingfax una App per riportare turisti in Agenzia di viaggio
Energia e Ambiente
Leader mondiali dell'industria danno vita all'Hydrogen Council
Moda
Moda, dopo Milano Brandamour apre uno show room anche a New York
Scienza e Innovazione
"L'Ara com'era", il racconto dell'Ara Pacis diventa più immersivo
TechnoFun
Rischi del web, ecco le 8 truffe che colpiscono gli italiani
Sistema Trasporti
Gb, arrivato a Londra primo treno merci proveniente dalla Cina