sabato 25 febbraio | 14:46
pubblicato il 02/dic/2013 17:17

Basilicata: in dighe lucane oltre 90 mln di metri cubi d'acqua

Basilicata: in dighe lucane oltre 90 mln di metri cubi d'acqua

(ASCA) - Potenza, 2 dic - Oltre novanta milioni di metri cubi di acqua si sono accumulati tra ieri e oggi nelle dighe lucane. La diga del Pertusillo, in particolare, ha invasato otto milioni di metri cubi di acqua, la diga di Monte Cotugno venti milioni, la diga della Camastra sette milioni, sei milioni il Basentello e la diga di San Giuliano 49 milioni. I dati sono stati resi noti dalla Protezione Civile della Basilicata, che spiega che si tratta di un quantitativo di acqua che e' stato trattenuto dalle dighe e che altrimenti si sarebbe riversato sul territorio peggiorando una situazione gia' molto difficile in particolare nel Metapontino.

Le dighe di Montecotugno e del Pertusillo sono in grado di contenere ancora 200 milioni di metri cubi, mentre sono al limite gli altri invasi, soprattutto la diga di San Giuliano che ha comunicato l'imminente rilascio di acqua. Quest'ultima operazione avviene in automatico.

red/rus

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Salute
A Giulio Maira il premio Raffaele Marinosci per la Medicina
Cucchi
Cucchi: sospesi da servizio tre carabinieri accusati di omicidio
Papa
Papa: rischiamo una grande guerra mondiale per l'acqua
Altre sezioni
Salute e Benessere
Fibrosi polmonare idiopatica, al Gemelli seminario internazionale
Motori
L'agricoltura del futuro: Case IH presenta il trattore autonomo
Enogastronomia
Ricerca Gfk: l'identikit dei nuovi consumatori al supermercato
Turismo
Boom degli affitti brevi in ambito turistico e non solo (+30%)
Energia e Ambiente
Progetto Life-Nereide: asfalto silenzioso da materiale riciclato
Moda
Nuova linea ready-to-wear de La Perla: sensuali giacche corsetto
Scienza e Innovazione
Esa, Vega: nel 2018 opportunità di volo per minisatelliti multipli
TechnoFun
Google crea strumento intelligenza artificiale anti-trolls
Sistema Trasporti
Da UNRAE protocollo costruttori-scuole per formare autisti hi-tech