martedì 24 gennaio | 16:48
pubblicato il 15/nov/2011 07:16

Bari, emergenza criminalità,terzo omicidio in strada in tre mesi

Pregiudicato ucciso a colpi di pistolaFerito anche un 34enne

Bari, emergenza criminalità,terzo omicidio in strada in tre mesi

Bari, 15 nov. (askanews) - - E' emergenza criminalità a Bari. Ieri sera l'ennesimo agguato mortale. E' la terza sparatoria in tre mesi. Vittima un pregiudicato di 48 anni, Francesco Campanella, ucciso da tre dei dieci colpi esplosi, davanti ad un capannone a Modugno, alla periferia della città. Nell'agguato è rimasto ferito gravemente un altro pregiudicato, Nicola Lupello, 34enne, sottoposto nella notte ad un intervento chirurgico. I sicari sono entrati in azione ieri sera intorno alle 20, in via dei Gelsomini, nella zona industriale. I due uomini sono stati feriti davanti all'ingresso di un'abitazione, poco distante da un capannone usato come officina meccanica. Ad avvertire i carabinieri sono stati i medici dell'ospedale San Paolo, dove due uomini a bordo di una monovolume scura hanno accompagnato Campanella, già cadavere e l'amico Lupello, raggiunto ai reni e al fegato da un solo proiettile. Per tutta la notte i militari del nucleo operativo ed investigativo hanno ascoltato i due testimoni. Del caso è stata informata anche la Procura. Gli investigatori stanno scavando nel mondo della criminalità. La vittima e il ferito non sono ritenuti dalle forze dell'ordine affiliati ai clan locali. Campanella fu arrestato nel 2009 per detenzione illegale di armi: fu sorpreso in casa con due fucili e oltre 4mila munizioni. Mentre Lupello ha avuto guai con la giustizia per furti e rapine. Il contesto investigativo è comunque legato alla sfera dei clan. L' omicidio è il segnale di una guerra in corso tra bande rivali, spietate e determinate, con una enorme disponibilità di armi. L'ultimo omicidio a Bari era stato il 30 ottobre scorso. Ad essere ammazzato da decine di colpi di pistola Alessandro Marzio, incensurato di 21 anni, amico e autista di Cesare Diomede, un boss dell'omonimo clan che controlla uno dei quartieri di Bari, Carrassi. Anche Diomede era stato ammazzato, ad agosto di quest'anno, con una raffica di colpi per strada.

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Stop alla caccia di tordi e beccacce
Stop alla caccia di tordi e beccacce, appello delle associazioni
'Ndrangheta
'Ndrangheta, operazione "Stammer": 54 persone fermate
Rigopiano
Hotel Rigopiano, bilancio sale a 7 vittime: ancora 22 i dispersi
Maltempo
Individuato elicottero 118 precipitato nell'aquilano, 6 a bordo
Altre sezioni
Salute e Benessere
Al via Peter Baby Bio, progetto toscano per omogeneizzati Km zero
Motori
John Lennon, all'asta la sua Mercedes-Benz 230SL Roadster
Enogastronomia
Del Pesce sarà main sponsor di Aquafarm 2017
Turismo
Alla scoperta di Piacenza con Sorgentedelvino Live
Energia e Ambiente
Pericolo estinzione per il 60% di tutte le specie di primati
Moda
Moda Parigi, l'eleganza rilassata dell'uomo Louis Vuitton
Scienza e Innovazione
Spazio, Pasquali: Leonardo pronta a cogliere opportunità sviluppo
TechnoFun
Cyber attacchi, dal 2001 in Italia hackerati 12mila siti web
Sistema Trasporti
Confermato avvio lavori di interconnessione tra Brebemi e A4