lunedì 20 febbraio | 14:18
pubblicato il 11/apr/2013 10:45

Bagnoli: omessa bonifica, per Procura contesto di conflitto d'interessi

(ASCA) - Napoli, 11 apr - Secondo le risultanze investigative, le vicende relative alla mancata bonifica delle aree ex Italsider ed Eternit di Bganoli sono avvenute in ''un contesto di generalizzato conflitto d'interessi in cui gli enti pubblici istituzionalmente preposti al controllo dell'attivita' di bonifica, quali l'Arpa Campania, il Comune e la Provincia di Npaoli si sono venuti a trovare''.

Nella nota diffusa dalla Procura, a firma degli aggiunti Francesco Greco e Nunzio Fragliasso, si spiega che ''l'interscambio dei ruoli tra controllori e controllati ed il conflitto di interessi degli Enti pubblici, nonche' la condotta dei soggetti preposti alla vigilanza sulla salvaguardia ambientale che hanno avallato le scelte procedurali della Bagnolifutura, hanno determinato il progressivo scadimento degli obiettivi di bonofica e dei controlli ambientali cagionando in tal modo secondo l'ipotesi accusatoria - un disastro ambientale che il collegio dei Gip ha ritenuto sussistente in relazione a tutte le aree oggetto di sequestro''.

dqu/mau

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Altre sezioni
Salute e Benessere
Ordini Medici: pubblicità sanitaria selvaggia è allarme sociale
Motori
BMW presenta la nuova Serie 5 berlina
Enogastronomia
"Benvenuto Brunello" Guida Rossa Michelin firma piastrella 2016
Turismo
Turismo, Alpitour amplia la rete su Andalusia e Costa del Sol
Energia e Ambiente
Premio ai Vigili del fuoco per i voli su Amatrice e Rigopiano
Moda
Moda New York, la donna bon ton secondo Carolina Herrera
Scienza e Innovazione
Onde gravitazionali, taglio del nastro per Advanced Virgo
TechnoFun
Amazon, a tempo di record i lavori per nuovo centro vicino Roma
Sistema Trasporti
Ibar, Usa e Cina ancora al top per i voli dall'Italia