sabato 10 dicembre | 22:04
pubblicato il 12/set/2013 18:45

Bagnasco: si rifiuta l'autorita' perche' confusa con il potere

(ASCA) - Torino, 12 set - ''Il motivo del rifiuto dell'autorita' e' che essa viene sistematicamente confusa con il potere, di cui si ha una concezione pregiudizialmente negativa come imposizione e arbitrio''. Lo ha detto il presidente della Cei, il card. Angelo Bagnasco, nella prolusione di apertura della 47* Settimana Sociale dei Cattolici italiani a Torino.

''In generale, - ha proseguito Bagnasco - l'autorita' e' chiamata ad essere punto di riferimento per gli altri, deve discernere il bene comune, decidere in modo obbligante.

Nessuna autorita' e' per affermare se stessa, ma sempre e solo per servire gli altri: in famiglia, in societa', nella Chiesa. Sul piano educativo, poi, chi ha autorita' deve acquisire in modo speciale quella autorevolezza che deriva dalla personale coerenza, dall'avere qualcosa di vero e di grande da dire, dal riconoscere il proprio ruolo, dal giocarsi in prima persona sapendo che educando gli altri educa se stesso. Per questo e' ascoltato, perche' ascoltandolo ci si sente crescere''.

dab/cam

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Musica
Al Bano colpito da infarto e operato. "Ora sto bene"
Papa
Papa: cambiamenti climatici aggravati da negligenza umana
Altre sezioni
Salute e Benessere
Orecchie a sventola, clip rivoluziona intervento chirurgico
Enogastronomia
Furono i sardi i primi a produrre vino nel Mediterraneo
Turismo
Confesercenti: alberghi prenotati al 75% per Ponte Immacolata
Lifestyle
Giochi, Agimeg: nel 2016 raccolta supera i 94 miliardi (+7,3%)
Moda
Per Herno nuovo flagship store a Seoul
Sostenibilità
All'Isola della Sostenibilità il mondo dell'economia circolare
Efficienza energetica
Natale 2016, focus risparmio energetico e trionfo regalo Hi-tech
Scienza e Innovazione
Le tecnologie spaziali che aiutano la sostenibilità
Motori
Flash Mob ai Fori per Amatrice con la Ferrari del record in Cina