sabato 03 dicembre | 01:23
pubblicato il 02/lug/2013 16:18

Bagnasco: dimissioni Ior si innestano in volontà di riforma Papa

La visita di Francesco a Lampedusa "segnale di speranza"

Bagnasco: dimissioni Ior si innestano in volontà di riforma Papa

Genova, (askanews) - Le dimissioni del direttore e del vice direttore dello Ior potrebbero non essere direttamente legate alla riforma e revisione dell'istituto annunciata più volte da Papa Francesco, ma si innestano nella sua volontà. Lo dice il cardinale Angelo Bagnasco, arcivescovo di Genova, durante la visita al terminal Sech del porto del capoluogo ligure. "Non so se questo ultimo episodio delle dimissioni sia legato alla riforma, mi sembra che sia un episodio a prescindere ma comunque si innesta in quella che è l'intenzione e la volontà del Papa".Bagnasco ha anche commentato l'annunciata visita del Papa a Lampedusa: "Sarà sicuramente un segnale di speranza per queste persone e di richiamo all'intera società, all'intero Paese perché diventiamo sempre più una società che sa accogliere nel rispetto, nell'equità e nella giustizia". Il presidente della Cei ha parlato di "un segnale di particolare attenzione della Chiesa verso queste persone alla ricerca di una vita migliore".

Gli articoli più letti
Inchiesta Roma
Mafia Capitale, altro processo: chiesto giudizio per 24 persone
Criminalità
Roma, imprenditore sequestrato e seviziato per usura: 3 arresti
Censis
Censis: paura degli stranieri, immigrazione preoccupa 44% italiani
Censis
Bullismo, oltre metà 11-17enni ha subìto comportamenti offensivi
Altre sezioni
Salute e Benessere
Medici: atleti tendono a sovrastimare problemi cardiovascolari
Enogastronomia
Nasce il Movimento Turismo dell'Olio
Turismo
Turismo, Franceschini: il 2017 sarà l'Anno dei Borghi
Lifestyle
Yocci, il Re della Torta di Carote e... il modo di essere
Moda
Gli angeli sexy di Victoria's Secret sfilano a Parigi
Sostenibilità
Smart City, modello Milano grazie a ruolo utilities
Efficienza energetica
Pesticidi: una minaccia per le api, colpito anche l'olfatto
Scienza e Innovazione
Ministeriale Esa, Battiston (Asi): l'Italia è molto soddisfatta
Motori
Audi A3 compie 20 anni, 3 generazioni e 4 milioni di esemplari