martedì 24 gennaio | 10:26
pubblicato il 02/apr/2013 19:27

Aviaria: Coldiretti, chiarezza su casi in Cina ma evitare allarmismi

(ASCA) - Roma, 2 apr - Occorre fare chiarezza sui casi di contagio in Cina senza inutili allarmismi di cui in passato hanno beneficiato solo le case farmaceutiche. E' quanto afferma la Coldiretti nel commentare i casi di contagio dal nuovo ceppo di influenza aviaria, l'H7N9, che si sono verificati in Cina e sui quali sta indagando l'Organizzazione Mondiale della Sanita'. L'Italia - sottolinea la Coldiretti - non importa dalla Cina carne di pollame per la quale e' peraltro obbligatorio indicare la provenienza in etichetta grazie ad una legislazione di avanguardia da noi fortemente voluta.

com/mau/ss

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Stop alla caccia di tordi e beccacce
Stop alla caccia di tordi e beccacce, appello delle associazioni
Rigopiano
Hotel Rigopiano, bilancio sale a 7 vittime: ancora 22 i dispersi
Campidoglio
Roma, riparte maratona bilancio. Ok a emendamenti Giunta Raggi
Bagnasco
Bagnasco: povertà si allarga. Subito reddito di inclusione
Altre sezioni
Salute e Benessere
Digital Magics cede partecipazione in ProfumeriaWeb a Free Bird
Motori
John Lennon, all'asta la sua Mercedes-Benz 230SL Roadster
Enogastronomia
Tutti a Montefalco per l'Anteprima Sagrantino
Turismo
Alla scoperta di Piacenza con Sorgentedelvino Live
Energia e Ambiente
Pericolo estinzione per il 60% di tutte le specie di primati
Moda
Moda Parigi, l'eleganza rilassata dell'uomo Louis Vuitton
Scienza e Innovazione
Sugli sci trainati dal drone: arriva il droneboarding
TechnoFun
Cyber attacchi, dal 2001 in Italia hackerati 12mila siti web
Sistema Trasporti
Confermato avvio lavori di interconnessione tra Brebemi e A4