lunedì 05 dicembre | 09:31
pubblicato il 02/gen/2014 16:13

Autostrade: Adusbef-Federconsumatori, Governo forte solo con pensionati

Autostrade: Adusbef-Federconsumatori, Governo forte solo con pensionati

(ASCA) - Roma, 2 gen 2014 - ''Come molti italiani hanno gia' avuto modo di constatare personalmente, dal 1 gennaio sono scattati gli aumenti dei pedaggi autostradali. L'incremento, in media, e' pari al 4% ma in alcuni casi ha raggiunto punte dell'8,28% (Strada dei Parchi) , del 12,9% (autostrada Venezia-Trieste) e del 15% (autostrada Torino-Aosta). Gli aumenti, quindi, risultano di gran lunga superiori al tasso di inflazione e - considerando che in Italia il trasporto dei prodotti avviene prevalentemente su gomma - avranno pesanti ripercussioni su tutti prezzi, andando a sommarsi alla ormai insostenibile pressione fiscale''. E' il 'j'accuse' di Federconsumatori e Adusbef in una nota congiunta. ''Tale aumento delle tariffe autostradali e' inaccettabile e ingiustificabile - osservano - ed e' patetico l'atteggiamento del Governo, che si sta vantando di aver contenuto l'ammontare degli aumenti.

Inoltre l'incremento dei pedaggi e' stato messo in atto proprio in questi giorni di festa, in cui la mobilita' sulle autostrade e' particolarmente elevata: ci rifiutiamo di credere che si tratti di una coincidenza e ci sembra piuttosto che si voglia applicare una sorta di 'tassa sulle vacanze' dei cittadini, mettendo gli interessi dei gestori della rete autostradale davanti a quelli del Paese''. ''Riteniamo che gli aumenti siano immotivati e inammissibili, pertanto chiediamo che siano rese note al piu' presto le giustificazioni che li hanno consentiti e soprattutto quali siano gli investimenti realizzati che li motiverebbero - dichiarano Rosario Trefiletti e Elio Lannutti, presidenti di Federconsumatori e Adusbef. Federconsumatori intende acquisire i decreti dei Ministeri dei Trasporti e dell'Economia che hanno autorizzato gli ultimi incrementi tariffari e tutta la relativa documentazione per verificare la possibilita' di adottare azioni a tutela degli utenti: ''Chiediamo alle istituzioni locali di assumere una decisa iniziativa nei confronti del Governo per modificare radicalmente gli automatismi attuali ed introdurre garanzie di trasparenza e di controllo nel rapporto con le societa' concessionarie'', concludono. red/mpd

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Altre sezioni
Salute e Benessere
Sifo: in Italia 4 milioni di depressi. Ma solo 1 su 3 si cura
Enogastronomia
Nasce il Movimento Turismo dell'Olio
Turismo
Turismo, Franceschini: il 2017 sarà l'Anno dei Borghi
Lifestyle
Yocci, il Re della Torta di Carote e... il modo di essere
Moda
Gli angeli sexy di Victoria's Secret sfilano a Parigi
Sostenibilità
Smart City, modello Milano grazie a ruolo utilities
Efficienza energetica
Pesticidi: una minaccia per le api, colpito anche l'olfatto
Scienza e Innovazione
Ministeriale Esa, Battiston (Asi): l'Italia è molto soddisfatta
Motori
Audi A3 compie 20 anni, 3 generazioni e 4 milioni di esemplari