sabato 25 febbraio | 07:49
pubblicato il 06/feb/2011 16:30

Attacco hacker contro sito governo italiano,

Per ora nessuna conseguenza. Azione annunciata da gruppo 'Anonymus Italy'

Attacco hacker contro sito governo italiano,

Roma, 6 feb. (askanews) - Un attacco informatico è stato scagliato a partire dalle 15 al sito internet del governo italiano. L'azione è stata anticipata da un comunicato diffuso in rete da rivendicata da un gruppo di hacker che si definisce "Anonymous Italy". "Si tratta di un attacco preannunciato da giorni che stiamo monitorando - spiega a TMNews Sergio Mariotti, dirigente della Polizia Postale e delle comunicazioni -. E' un tipo di azione che punta a spingere al collasso un sito internet ma non ci sono rischi per le banche dati", . In effetti, il sito non è bloccato ma si registrano rallentamenti nella connessione. L'attacco degli hacker al sito del governo italiano - spiega ancora Mariotti - scaturisce da una protesta di sostenitori di Wikileaks che nelle scorse settimane ha già preso di mira i siti di Mastercard e Amazon.

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Roma
Roma, truffe con falsi incidenti: arrestati 6 medici e 2 avvocati
Napoli
Napoli, assenteismo ospedale Loreto Mare: 94 indagati, 55 arresti
Campidoglio
Roma, Raggi in ospedale per controlli dopo un lieve malore
Campidoglio
Roma, medici: Raggi in netto miglioramento, si valuta uscita
Altre sezioni
Salute e Benessere
Fibrosi polmonare idiopatica, al Gemelli seminario internazionale
Motori
L'agricoltura del futuro: Case IH presenta il trattore autonomo
Enogastronomia
Ricerca Gfk: l'identikit dei nuovi consumatori al supermercato
Turismo
Boom degli affitti brevi in ambito turistico e non solo (+30%)
Energia e Ambiente
Progetto Life-Nereide: asfalto silenzioso da materiale riciclato
Moda
Nuova linea ready-to-wear de La Perla: sensuali giacche corsetto
Scienza e Innovazione
Esa, Vega: nel 2018 opportunità di volo per minisatelliti multipli
TechnoFun
Google crea strumento intelligenza artificiale anti-trolls
Sistema Trasporti
Da UNRAE protocollo costruttori-scuole per formare autisti hi-tech