sabato 25 febbraio | 17:26
pubblicato il 17/gen/2014 12:21

Arte: Eni riporta a Foligno il capolavoro di Raffaello

Arte: Eni riporta a Foligno il capolavoro di Raffaello

(ASCA) - Roma, 17 gen 2014 - La mostra Eni La Madonna di Foligno di Raffaello nel suo viaggio di ritorno da Milano ai Musei Vaticani, dopo il record a Palazzo Marino di 240 mila visitatori, fa tappa anche a Foligno. ''L'esposizione straordinaria - spiega la societa' - sara' allestita nella Chiesa del Monastero di Sant'Anna, luogo importante e simbolico che ospito' l'opera per 217 anni prima di essere requisita dai funzionari francesi e portata a Parigi in eta' napoleonica''. La mostra sara' inaugurata domani e proseguira' fino al 26 gennaio grazie a Eni in collaborazione con i Musei Vaticani, il Comune e la Diocesi di Foligno. Il pubblico potra' approfondire molti aspetti non solo legati al dipinto, alla sua tecnica esecutiva, alla sua conservazione, alla straordinaria personalita' dell'artista, ma anche alla storia di quest'opera strettamente legata al territorio (ingresso libero, orari di apertura: 18 gennaio dalle 14 alle 19.30; tutti gli altri giorni dalle 9 alle 19.30.Foligno Chiesa Monastero di Sant'Anna, via dei Monasteri 24, info tel 800149617).

com-fgl/

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Papa
Papa ai parroci: siate vicini ai giovani che scelgono di convivere
Altre sezioni
Salute e Benessere
Fibrosi polmonare idiopatica, al Gemelli seminario internazionale
Motori
L'agricoltura del futuro: Case IH presenta il trattore autonomo
Enogastronomia
Ricerca Gfk: l'identikit dei nuovi consumatori al supermercato
Turismo
Boom degli affitti brevi in ambito turistico e non solo (+30%)
Energia e Ambiente
Progetto Life-Nereide: asfalto silenzioso da materiale riciclato
Moda
Nuova linea ready-to-wear de La Perla: sensuali giacche corsetto
Scienza e Innovazione
Esa, Vega: nel 2018 opportunità di volo per minisatelliti multipli
TechnoFun
Google crea strumento intelligenza artificiale anti-trolls
Sistema Trasporti
Da UNRAE protocollo costruttori-scuole per formare autisti hi-tech