sabato 25 febbraio | 08:23
pubblicato il 14/ago/2012 09:11

Arte/ 'Battaglia di Anghiari', Renzi rinnova richiesta a Ornaghi

"Ci autorizzi a staccare parti di restauro ottocentesco"

Arte/ 'Battaglia di Anghiari', Renzi rinnova richiesta a Ornaghi

Firenze, 14 ago. (askanews) - In una lunga lettera al ministro dei Beni Culturali, Lorenzo Ornaghi, il sindaco di Firenze, Matteo Renzi, torna a chiedere l'autorizzazione per proseguire con la ricerca dell'affresco della 'Battaglia di Anghiari', il capolavoro perduto di Leonardo da Vinci in Palazzo Vecchio. Da mesi, spiega Renzi, il team guidato all'ingegner Maurizio Seracini aspetta l'ok per effettuare sondaggi in parti dell'affresco non ancora esplorate. "Seracini ha individuato alcune zone dell'affresco del Vasari che sono state interessate da restauri ottocenteschi -scrive Renzi- più vicine alla zona in cui ritiene possa esserci l'opera (distante qualche metro dai fori autorizzati dall'Opificio) e ha proposto di staccarli per verificare la situazione della Battaglia d'Anghiari attraverso una microsonda".

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Napoli
Napoli, assenteismo ospedale Loreto Mare: 94 indagati, 55 arresti
Campidoglio
Roma, Raggi in ospedale per controlli dopo un lieve malore
Campidoglio
Roma, medici: Raggi in netto miglioramento, si valuta uscita
Salute
A Giulio Maira il premio Raffaele Marinosci per la Medicina
Altre sezioni
Salute e Benessere
Fibrosi polmonare idiopatica, al Gemelli seminario internazionale
Motori
L'agricoltura del futuro: Case IH presenta il trattore autonomo
Enogastronomia
Ricerca Gfk: l'identikit dei nuovi consumatori al supermercato
Turismo
Boom degli affitti brevi in ambito turistico e non solo (+30%)
Energia e Ambiente
Progetto Life-Nereide: asfalto silenzioso da materiale riciclato
Moda
Nuova linea ready-to-wear de La Perla: sensuali giacche corsetto
Scienza e Innovazione
Esa, Vega: nel 2018 opportunità di volo per minisatelliti multipli
TechnoFun
Google crea strumento intelligenza artificiale anti-trolls
Sistema Trasporti
Da UNRAE protocollo costruttori-scuole per formare autisti hi-tech