giovedì 19 gennaio | 09:57
pubblicato il 23/ago/2011 17:46

Arrestati 13 migranti in fuga, le menti della rivolta a Pozzallo

Dal Cps nel Ragusano erano fuggiti 69 tunisini

Arrestati 13 migranti in fuga, le menti della rivolta a Pozzallo

Una rivolta violenta e una fuga di massa dal centro di accoglienza di Pozzallo. Domenica sera si sono vissute ore di paura nella città del Ragusano, il comandante dei carabinieri Lodo ha ricostruito la rivolta organizzata da un centinaio di migranti tunisini per evitare il rimpatrio.L'azione dunque non è stata causale o frutto di tensioni interne, bensì sarebbe stata e pianificata: sono scappati 69 tunisini su 104 presenti, ma una trentina sono già stati rintracciati e riportati nel centro che è stato fortemente danneggiato nella sommossa in cui 5 agenti sono rimasti feriti.Tredici dei migranti in fuga sono stati arrestati come "menti" della rivolta con l'accusa di devastazione, resistenza e lesioni personali aggravate.

Gli articoli più letti
Terremoti
Cnr: sisma fenomeno di contagio a cascata tra faglie adiacenti
Terremoti
Sisma, Raggi: a Roma saranno avviate verifiche su scuole e uffici
Terremoti
Terremoto, sindaca Raggi riunisce il centro operativo comunale
Terremoti
Sisma centro Italia, Ingv: oltre 100 scosse, 4 sopra magnitudo 5
Altre sezioni
Salute e Benessere
"Guarda che bello", quando gli occhi dei bimbi si curano con gioia
Motori
Moto, Ducati e Diesel insieme per una Diavel post-apocalittica
Enogastronomia
Consorzio Valpolicella: in Usa il 10% della produzione di Amarone
Turismo
Da Bookingfax una App per riportare turisti in Agenzia di viaggio
Energia e Ambiente
Leader mondiali dell'industria danno vita all'Hydrogen Council
Moda
Moda, dopo Milano Brandamour apre uno show room anche a New York
Scienza e Innovazione
"L'Ara com'era", il racconto dell'Ara Pacis diventa più immersivo
TechnoFun
Rischi del web, ecco le 8 truffe che colpiscono gli italiani
Sistema Trasporti
Gb, arrivato a Londra primo treno merci proveniente dalla Cina