lunedì 23 gennaio | 07:41
pubblicato il 25/ago/2011 17:42

Area Falk/ Gip: No a arresto Penati ma gravissima corruzione

Giudice: Ci sono gravi indizi ma il reato è oramai prescritto

Area Falk/ Gip: No a arresto Penati ma gravissima corruzione

Milano, 25 ago. (askanews) - Malgrado ci siano "gravi indizi di reato" e le "esigenze cautelari", il reato di corruzione è ormai prescritto. Con queste motivazioni il Gip di Monza Anna Magelli ha respinto la richiesta di custodia cautelare in carcere per l'esponente del Pd Filippo Penati e di arresto per il suo ex braccio destro Giordano Vimercati, indagati nell'ambito dell'inchiesta sulle presunte tangenti relative alle aree Falck e Marelli di Sesto San Giovanni. La richiesta era stata formulata dai Pm monzesi Walter Mapelli e Franca Macchia che coordinano le indagini svolte dalla guardia di finanza. Per le presunte tangenti il giudice ha infatti deciso di riqualificare il reato di concussione in quello di corruzione e questo risulta "estinto" perché relativo agli anni 2001 e 2002, a differenza degli episodi contestati all'ex assessore del Comune di Sesto San Giovanni, Pasqualino Di Leva, e all'architetto Marco Magni, arrestati oggi, che risalgono al 2006 al 2008. Contestualmente però, nell'ordinanza in cui rigetta l'arresto, il Gip scrive che le indagini condotte dai magistrati di Monza "dimostrano l'esistenza di numerosi e gravissimi fatti di corruzione posti in essere da Filippo Penati e da Giordano Vimercati nell'epoca in cui questi rivestivano la qualifica di pubblici ufficiali, prima presso il Comune di Sesto S.Giovanni e poi presso la Provincia di Milano". Se dunque per il giudice sussistono "i requisiti dei gravi indizi di colpevolezza", non è possibile procedere con "qualsivoglia misura cautelare" perché il reato è prescritto.

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Maltempo
Valanga hotel Rigopiano, il numero dei dispersi sale a 24
Terremoti
Enel: diga Campotosto sicura ma deciso un ulteriore svuotamento
Terremoti
Terremoto, pres. Grandi rischi: dighe Campotosto rischio Vajont
Maltempo
Hotel Rigopiano, Curcio: c'è speranza di trovare dispersi vivi
Altre sezioni
Salute e Benessere
Nuove postazioni di telemedicina italiana no profit in Africa
Motori
John Lennon, all'asta la sua Mercedes-Benz 230SL Roadster
Enogastronomia
Formaggi, yogurt, mozzarelle: ora obbligatorio indicare l'origine dellatte
Turismo
Via in Uruguay i 40 giorni del carnevale, il più lungo del mondo
Energia e Ambiente
Pericolo estinzione per il 60% di tutte le specie di primati
Moda
Moda Parigi, l'eleganza rilassata dell'uomo Louis Vuitton
Scienza e Innovazione
Spazio: da Cassini primo piano per Dafni, piccola luna di Saturno
TechnoFun
Cyber attacchi, dal 2001 in Italia hackerati 12mila siti web
Sistema Trasporti
Confermato avvio lavori di interconnessione tra Brebemi e A4