giovedì 19 gennaio | 20:50
pubblicato il 21/feb/2012 16:15

Appalti Enav/ Di Lernia: politica alimenta sistema corruzione

L'imprenditore: al vaglio dei pm ci sono molti fatti

Appalti Enav/ Di Lernia: politica alimenta sistema corruzione

Roma, 21 feb. (askanews) - "E' la politica la causa di questi avvenimenti. Se la politica non fosse così esigente non ci sarebbero fenomeni di corruzione e, soprattutto, di concussione". Tommaso Di Lernia, ex titolare di Print Sistem, ha chiesto di patteggiare la pena a 4 mesi di reclusione in relazione al procedimento sullo yacht del parlamentare Pdl Marco Milanese. Lui è uno testimoni chiave dell'inchiesta sulle presunte tangenti legate agli appalti dell'Enav e Finmeccanica. Fuori dall'aula del tribunale, con occhiali da sole e giacca di pelle, si è detto contento di aver in qualche modo definito la sua posizione. "Ho ritenuto doveroso da parte mia riconoscere anche in tribunale quanto accaduto". I difensori, gli avvocati Mario Murano e Natale Perri, hanno sottolineato: "Il nostro assistito ha collaborato in modo ampio con i magistrati. Anche oggi il pubblico ministero, davanti al giudice, ha ribadito l'importanza delle dichiarazioni rese da Di Lernia". L'imprenditore ha poi aggiunto: "In questa storia avrei preferito non avere condanne, ma il pm Paolo Ielo mi ha fatto capire che c'erano delle responsabilità e che questo era inevitabile. Da parte mia mi rimetto alla giustizia". Le indagini su appalti e commesse nel settore dell'aviazione civile però non sono finite. "Ci sono molte cose ancora al vaglio della magistratura - ha detto ancora Di Lernia - c'è ancora molto da fare dietro i ruoli di alcuni personaggi, sia in Enav che in Finmeccanica. Ho l'impressione che cambino i suonatori ma che la musica resti sempre la stessa". Di Lernia ha poi spiegato: "Quando mi sono dimesso, a maggio del 2010, la situazione di irregolarità non era più sostenibile. Decisi di cambiare vita perché si stava passando il segno. Noi imprenditori a un certo punto siamo obbligati a fare cose non in regola con la legge nell'intento di mantenere l'azienda e i posti di lavoro".

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Maltempo
Valanga hotel Rigopiano, recuperata una vittima
Maltempo
Valanga su hotel, circa 30 dispersi: "Diversi i morti"
Maltempo
Valanga su hotel, vigili fuoco: distrutto, parti non esistono più
Maltempo
Prot. Civile: due le vittime accertate all'Hotel Rigopiano
Altre sezioni
Salute e Benessere
Asma e Bpco, 15% italiani soffre malattie respiratorie persistenti
Motori
Moto, Ducati e Diesel insieme per una Diavel post-apocalittica
Enogastronomia
Consorzio Valpolicella: in Usa il 10% della produzione di Amarone
Turismo
Da Bookingfax una App per riportare turisti in Agenzia di viaggio
Energia e Ambiente
Ambientalisti italiani in piazza per Trump
Moda
Moda, dopo Milano Brandamour apre uno show room anche a New York
Scienza e Innovazione
Alibaba diventa partner delle Olimpiadi fino al 2028
TechnoFun
Italiaonline si conferma prima internet company italiana
Sistema Trasporti
TomTom City, la piattaforma monitora il traffico in tempo reale