venerdì 09 dicembre | 18:18
pubblicato il 27/feb/2014 14:32

Antimafia: Roberti, piu' mezzi e uomini ad Agenzia beni confiscati

(ASCA) - Roma, 27 feb 2014 - ''Non ci possiamo permettere che l'Agenzia per i beni confiscati non funzioni bene, occorre dare a questa struttura piu' uomini e piu' mezzi''. Ad affermarlo e' stato stamane il Procuratore nazionale antimafia, Franco Roberti che stamane, insieme al presidente della Commissione antimafia Rosy Bindi, ha presentato la Relazione annuale sulle attivita' della procura antimafia e della Dna.

''Sollecitiamo il governo e il Parlamento perche' intervenga in questa materia nevralgica'' per la lotta ai patrimoni illeciti delle mafie, ha poi chiesto Roberti, che ha insistito sull'importanza di proseguire nell'attivita' di contrasto patrimoniale alle cosche, aggiungendo che negli ultimi anni, comunque, e' cresciuto il sistema di controllo con un innalzamento del sistema di controllo e delle segnalazioni delle operazioni sospette''.

''L'Agenzia - ha proseguito il procuratore antimafia - e' fondamentale per la gestione delle aziende confiscate alle mafie e se questa non funziona, fallisce l'intero sistema''.

gc/

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Roma
Trovato a Roma cadavere,potrebbe essere giovane cinese scomparsa
Immigrati
Papa: nel presepe rivediamo dramma dei migranti sui barconi
Natale
Albero rosso e oro per il Natale alla Galleria Alberto Sordi
Altre sezioni
Salute e Benessere
Orecchie a sventola, clip rivoluziona intervento chirurgico
Enogastronomia
Galà di solidarietà per Amatrice a Villa Glori
Turismo
Confesercenti: alberghi prenotati al 75% per Ponte Immacolata
Lifestyle
Giochi, Agimeg: nel 2016 raccolta supera i 94 miliardi (+7,3%)
Moda
Per Herno nuovo flagship store a Seoul
Sostenibilità
Usa, Pecoraro Scanio: nomina Pruitt a Epa pericolo per l'Ambiente
Efficienza energetica
Natale 2016, focus risparmio energetico e trionfo regalo Hi-tech
Scienza e Innovazione
Europei, Olimpiadi e terremoto, il 2016 su Facebook in Italia
Motori
Flash Mob ai Fori per Amatrice con la Ferrari del record in Cina