martedì 17 gennaio | 12:21
pubblicato il 25/gen/2014 11:28

Anno giudiziario/Torino: Barbuto su emergenza carceri, si usino caserme

(ASCA) - Torino, 24 gen 2014 - Si utilizzino le caserme dismesse per ospitare i condannati che oggi non hanno diritto a misure alternative alla detenzione ma che in base a probabili direttive di interpretazione ''largheggiante'', potrebbero essere rimessi in liberta' sper effetto dell'emergenza carceri. Lo ha proposto il presidente della Corte d'Appello di Torino Mario Barbuto nel corso della cerimonia per l'apertura dell'anno giudiziario nel capoluogo piemontese. ''A questi luoghi si destinino o detenuti per reati meno gravi, quelli per intenderci destinati alle misure alternative mediante una interpretazione eccessivamente largheggiante delle norme sulla spinta della condanna europea (la sentenza Torreggiani della corte europea di Strasburgo dell'8 gennaio 2013, ndr)''.

Quanto al problema della difficile procedura di sdemanializzazione delle strutture militari Barbuto ha fatto una battuta: ''non voglio fare il Renzi della situazione, ma la procedura si puo' risolvere in 5 minuti'' .

eg/gbt

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Bancarotta
Bancarotta, a Reggio Calabria 7 ordinanze cautelari
Criminalità
Assalti ai bancomat in Veneto e Lombardia: 15 arresti
Immigrati
Naufragio nel Mediterraneo, a Trapani 38 superstiti e 4 vittime
Cucchi
Cucchi, pm contesta omicidio preterintenzionale a 3 carabinieri
Altre sezioni
Salute e Benessere
Salute: nuovi Lea in arrivo. In vigore dopo pubblicazione su G.U.
Motori
L'Italia difende Fca dalle accuse tedesche: le sue auto sono in regola
Enogastronomia
Consorzio Valpolicella, conto alla rovescia Anteprima Amarone
Turismo
A Singapore la gara di Danza del leone, caccia i cattivi spiriti
Energia e Ambiente
L'Enel porta energia "verde" all'ambasciata italiana di Abu Dhabi
Moda
Milano Moda Uomo, trionfo di righe e quadri da Missoni
Scienza e Innovazione
Ciberfisica, al via sviluppo tecnologie per affidabilità sistemi
TechnoFun
Rischi del web, ecco le 8 truffe che colpiscono gli italiani
Sistema Trasporti
Tempesta di neve in Tunisia: migliaia di auto intrappolate