domenica 11 dicembre | 05:55
pubblicato il 25/gen/2014 13:35

Anno giudiziario/Roma: Pg Ciampoli, legge antistalking e' carente

(ASCA) - Roma, 25 gen 2014 - La lotta allo stalking e al cosiddetto fenomeno del 'femminicidio' ''non puo' risolversi positivamente solo con aggravamenti di sanzioni'' ma serve che ''si intervenga efficacemente e concretamente a tutela delle vittime. Sotto questo profilo la legge antistalking e le proposte normative sugli omicidi appaiono carenti e non completamente soddisfacenti, troppe volte infatti si ha notizia di ripetute denunce e segnalazioni, precedenti i fatti delittuosi, rimaste inascoltate o trascurate''. Cosi' nella sua relazione il Procuratore Generale della Repubblica presso la Corte d'Appello di Roma, Luigi Ciampoli, in occasione dell'inaugurazione dell'anno giudiziario 2014, sottolineando che ''non basta dunque affidarsi a definizioni cacofoniche e giuridicamente inutili come 'femminicidio' per dare risposte concrete ed efficaci al fenomeno criminale''.

bet/gbt

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Musica
Al Bano colpito da infarto e operato. "Ora sto bene"
Papa
Papa: cambiamenti climatici aggravati da negligenza umana
Altre sezioni
Salute e Benessere
Orecchie a sventola, clip rivoluziona intervento chirurgico
Enogastronomia
Furono i sardi i primi a produrre vino nel Mediterraneo
Turismo
Confesercenti: alberghi prenotati al 75% per Ponte Immacolata
Lifestyle
Giochi, Agimeg: nel 2016 raccolta supera i 94 miliardi (+7,3%)
Moda
Per Herno nuovo flagship store a Seoul
Sostenibilità
All'Isola della Sostenibilità il mondo dell'economia circolare
Efficienza energetica
Natale 2016, focus risparmio energetico e trionfo regalo Hi-tech
Scienza e Innovazione
Le tecnologie spaziali che aiutano la sostenibilità
Motori
Flash Mob ai Fori per Amatrice con la Ferrari del record in Cina