venerdì 20 gennaio | 20:04
pubblicato il 25/gen/2014 12:32

Anno giudiziario/Catanzaro: Presidente Arcuri,allarme omicidi e ambiente

(ASCA) - Catanzaro, 25 gen 2014 - Situazione ''allarmante'' per il numero di omicidi volontari, ma anche rispetto allo stalking e alle violenze sessuali, mentre e' ''notevolmente peggiorata'' la condizione dei reati ambientali. Non e' affatto positivo il quadro dipinto dal presidente vicario della Corte d'Appello, Bruno Arcuri, nel corso della cerimonia per l'inaugurazione dell'anno giudiziario che si e' svolta nel palazzo di giustizia del capoluogo calabrese. Nel distretto si continua a registrare, infatti, una molteplicita' di reati, con impennate di alcuni dati che la dicono lunga anche sull'influenza della criminalita' organizzata. Nello specifico, il presidente Arcuri ha sottolineato come sia elevato il numero degli omicidi volontari, facendo particolare riferimento alla situazione di Vibo Valentia. Crescono anche i delitti contro la pubblica amministrazione, cosi' come sono ''in continuo costante aumento'' i dati relativi agli infortuni sul lavoro. Rispetto ai reati di stalking e violenze sessuali, pur in una omogeneita' dell'andamento dei reati sul territorio, particolarmente critica appare la situazione di Cosenza.

Altrettanto critica e' la condizione relativa ai reati di usura, rapina, estorsione e furti, spesso legati all'influenza della criminalita' organizzata, e comunque con dati che ancora registrano un notevole sommerso relativo all'usura per ''i legami di sudditanza tra vittima e finanziatore''. Rispetto ai reati legati al falso in bilancio e alla bancarotta fraudolenta, alimentati dalla crisi economica, un particolare segnale e' stato rivolto all'area del Cosentino, dove, ha ricordato Arcuri, ''il panorama criminale continua a registrare la presenza di un tessuto imprenditoriale parassitario, abituato a trarre vantaggio in maniera illecita da erogazioni o finanziamenti pubblici. In questo contesto, la risposta dello Stato ha fatto registrare un ''continuo e costante aumento delle applicazioni delle misure di prevenzione sia personali che reali'', considerando che la Procura distrettuale di Catanzaro ha proposto l'applicazione di misure patrimoniali pari a oltre 67,4 milioni di euro, con 11 misure di prevenzione patrimoniale e 38 misure personali, di cui 28 soltanto antimafia.

red/gbt

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Maltempo
Hotel Rigopiano, estratte mamma e bimbo: in ospedale, stanno bene
Maltempo
Valanga Rigopiano, Soccorso alpino: trovati vivi 6 dispersi
Maltempo
Maltempo, vigili fuoco: in contatto con una donna e due bambini
Maltempo
Valanga Rigopiano, Soccorso alpino: morti accertati sono solo 2
Altre sezioni
Salute e Benessere
Asma e Bpco, 15% italiani soffre malattie respiratorie persistenti
Motori
John Lennon, all'asta la sua Mercedes-Benz 230SL Roadster
Enogastronomia
Formaggi, yogurt, mozzarelle: ora obbligatorio indicare l'origine dellatte
Turismo
Via in Uruguay i 40 giorni del carnevale, il più lungo del mondo
Energia e Ambiente
Pericolo estinzione per il 60% di tutte le specie di primati
Moda
Moda Parigi, l'eleganza rilassata dell'uomo Louis Vuitton
Scienza e Innovazione
Spazio: da Cassini primo piano per Dafni, piccola luna di Saturno
TechnoFun
Cyber attacchi, dal 2001 in Italia hackerati 12mila siti web
Sistema Trasporti
Confermato avvio lavori di interconnessione tra Brebemi e A4