lunedì 23 gennaio | 01:54
pubblicato il 13/ago/2013 15:23

Animali: associazioni, dopo intervento Cfs sequestrare delfinario Rimini

Animali: associazioni, dopo intervento Cfs sequestrare delfinario Rimini

(ASCA) - Roma, 13 ago - Le associazioni animaliste Enpa e Lav, insieme a Marevivo, plaudono all'intervento del Corpo forestale dello stato a seguito della loro denuncia di maltrattamenti presso il delfinario di Rimini. E ne chiedono il sequestro, oltre all'effettuazione di controlli presso le strutture di Riccione e Torvaianica (Rm). ''Abbiamo documentato le violazioni del delfinario di Rimini e quindi plaudiamo all'azione del Servizio Cites del Corpo forestale dello stato che ha annunciato l'invio di una comunicazione di reato per maltrattamenti'', scrivono in una nota congiunta le tre associazioni. ''Chiediamo quindi - proseguono - l'immediato sequestro della struttura e la sua chiusura anche alla luce di esercizio abusivo delle attivita' al pubblico poiche' non ha la dovuta autorizzazione prevista dal ministero dell'Ambiente''. Nella lettura delle tre associazioni ''e' patetico che la struttura tenti di difendersi dicendo che attende dal comune l'autorizzazione a costruire una vasca aggiuntiva visto che lo poteva fare fin dalla sua apertura quasi 45 anni fa- i delfinari non hanno alcun valore educativo e scientifico come dimostrano tutti gli studi indipendenti e ora si proceda anche nei confronti degli altri delfinari di Riccione, Fasano e Torvaianica''.

In particolare, le associazioni affermano che non vengono rispettate le prescrizioni del decreto legislativo 73 del 2005 e del decreto ministeriale 469 del 2001, denunciando ''manipolazione degli animali e contatto diretto con il pubblico, con i delfini sottoposti a comportamenti innaturali attraverso la deprivazione alimentare, mancanza di vasche di quarantena, vi sono esposizioni a rumori insopportabili causati da concerti e manifestazioni ludico-circensi, vengono pubblicizzati progetti di 'pet therapy' condannati dal ministero della Salute''.

Enpa, Lav e Marevivo sottolineano, infine, che ''sulle attivita' dei quattro delfinari italiani sono state indirizzate due interrogazioni al ministro dell'Ambiente presentate alla Camera da Michela Vittoria Brambilla (Pdl) e al Senato da Loredana De Petris (Sel). Anche queste - concludono le tre associazioni - attendono una decisione urgente da parte del ministro dell'Ambiente''.

com-stt/mpd

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Maltempo
Valanga hotel Rigopiano, il numero dei dispersi sale a 24
Terremoti
Enel: diga Campotosto sicura ma deciso un ulteriore svuotamento
Terremoti
Terremoto, pres. Grandi rischi: dighe Campotosto rischio Vajont
Maltempo
Hotel Rigopiano, Curcio: c'è speranza di trovare dispersi vivi
Altre sezioni
Salute e Benessere
Nuove postazioni di telemedicina italiana no profit in Africa
Motori
John Lennon, all'asta la sua Mercedes-Benz 230SL Roadster
Enogastronomia
Formaggi, yogurt, mozzarelle: ora obbligatorio indicare l'origine dellatte
Turismo
Via in Uruguay i 40 giorni del carnevale, il più lungo del mondo
Energia e Ambiente
Pericolo estinzione per il 60% di tutte le specie di primati
Moda
Moda Parigi, l'eleganza rilassata dell'uomo Louis Vuitton
Scienza e Innovazione
Spazio: da Cassini primo piano per Dafni, piccola luna di Saturno
TechnoFun
Cyber attacchi, dal 2001 in Italia hackerati 12mila siti web
Sistema Trasporti
Confermato avvio lavori di interconnessione tra Brebemi e A4