lunedì 05 dicembre | 04:10
pubblicato il 06/mag/2013 17:36

Andreotti: card. Ruini, uomo dialogo non ha mai nascosto la sua fede

(ASCA) - Citta' del Vaticano, 6 mag - ''E' un ricordo molto antico, perche' io ho conosciuto personalmente Andreotti nell'86, quando sono venuto qui, a Roma, come segretario della Conferenza episcopale e lui aveva gia' un notevole ruolo politico''. Cosi', il card. Camillo Ruini in una intervista a Radio Vaticana.

Il porporato, per anni a capo dei vescovi italiani, ricorda di essere''sempre rimasto colpito dalla sua saggezza, dal suo senso dell'umorismo e anche, certo, - ha detto - dalla sua maniera discreta ma tenace di tenersi agganciato ai valori cristiani. Andreotti - ha poi sottolineato - non nascondeva la sua fede, non nascondeva il suo credo. Era una persona che sapeva contemperare bene il ruolo istituzionale con le sue convinzioni di credente''. Infine, un accenno alla sua nota arte del dialogo.

''Andreotti parlava con tutti - ha aggiunto il card. Ruini - Era capace di tenere rapporti a 360 gradi''.

gc/

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Altre sezioni
Salute e Benessere
Sifo: in Italia 4 milioni di depressi. Ma solo 1 su 3 si cura
Enogastronomia
Nasce il Movimento Turismo dell'Olio
Turismo
Turismo, Franceschini: il 2017 sarà l'Anno dei Borghi
Lifestyle
Yocci, il Re della Torta di Carote e... il modo di essere
Moda
Gli angeli sexy di Victoria's Secret sfilano a Parigi
Sostenibilità
Smart City, modello Milano grazie a ruolo utilities
Efficienza energetica
Pesticidi: una minaccia per le api, colpito anche l'olfatto
Scienza e Innovazione
Ministeriale Esa, Battiston (Asi): l'Italia è molto soddisfatta
Motori
Audi A3 compie 20 anni, 3 generazioni e 4 milioni di esemplari