domenica 22 gennaio | 21:53
pubblicato il 20/mag/2011 16:04

Anche in Italia in piazza gli 'indignati', oggi in diverse città

Da Roma a Milano come in Spagna per chiedere "una società nuova"

Anche in Italia in piazza gli 'indignati', oggi in diverse città

Roma, 20 mag. (askanews) - Il loro grido di battaglia è 'democracia real, ya!', 'democrazia reale, adesso!' e in Spagna da diversi giorni - dal 15 maggio, da cui la denominazione movimento '15 M' - stanno protestando contro governo e classe politica in genere, occupando a Madrid Plaza del Sol alla maniera delle proteste dei mesi scorsi in Tunisia ed Egitto. Sono gli 'indignados', giovani indignati che esigono un futuro e che hanno usato Internet e i social network per organizzare manifestazioni e presidi. Movimenti simili si sono già diffusi in altre città (da Buenos Aires a Bruxelles, da Parigi a Città del Messico, da Berlino a Bogotà) e oggi gli 'indignati' scendono in piazza anche in Italia. L'appuntamento principale è a Roma (alle 20 a Piazza di Spagna), ma eventi sono stati organizzati anche in altre città: a Firenze (Piazza della Signoria, ore 19.30), Padova (Prato delle valle, ore 20), Milano (Piazza Duomo, ore 19.30), Torino (Piazza Castello, ore 20), Bologna (Piazza Nettuno, ore 20), Pisa (Piazza Garibaldi, ore 19.30), Palermo (Teatro Massimo) e Napoli piazza del Plebiscito), Trieste (Piazza dell'Unità, ore 20). Quello italiano si è già ribattezzato movimento '20 M', dal giorno di oggi, e il suo manifesto è lo stesso di quello dei giovani spagnoli: "Siamo persone venute liberamente e spontaneamente che dopo le manifestazioni tenute in diverse città spagnole in questi giorni, hanno deciso di riunirsi per continuare a rivendicare la dignità e la coscienza politica e sociale. Non siamo o rappresentiamo né un partito né un'associazione. Ci unisce il desiderio di cambiare. Vogliamo una società nuova che dia priorità alla vita, al di sopra degli interessi economici e politici. Vogliamo un cambiamento nella società e nella coscienza sociale. "Dimostrare che la società non sta dormendo e che continuiamo a lottare perché ci meritiamo una vita serena e di pace. Esprimiamo la nostra solidarietà ai compagni arrestati dopo la manifestazione a Madrid e chiediamo che vengano rilasciati immediatamente. Vogliamo tutto, lo vogliamo adesso, se lo vuoi anche tu unisciti a noi!".

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Maltempo
Valanga hotel Rigopiano, il numero dei dispersi sale a 24
Terremoti
Terremoto, pres. Grandi rischi: dighe Campotosto rischio Vajont
Maltempo
Hotel Rigopiano, Curcio: c'è speranza di trovare dispersi vivi
Maltempo
Rigopiano: si continua a scavare sotto la pioggia. Rischio slavine
Altre sezioni
Salute e Benessere
Nuove postazioni di telemedicina italiana no profit in Africa
Motori
John Lennon, all'asta la sua Mercedes-Benz 230SL Roadster
Enogastronomia
Formaggi, yogurt, mozzarelle: ora obbligatorio indicare l'origine dellatte
Turismo
Via in Uruguay i 40 giorni del carnevale, il più lungo del mondo
Energia e Ambiente
Pericolo estinzione per il 60% di tutte le specie di primati
Moda
Moda Parigi, l'eleganza rilassata dell'uomo Louis Vuitton
Scienza e Innovazione
Spazio: da Cassini primo piano per Dafni, piccola luna di Saturno
TechnoFun
Cyber attacchi, dal 2001 in Italia hackerati 12mila siti web
Sistema Trasporti
Confermato avvio lavori di interconnessione tra Brebemi e A4