sabato 10 dicembre | 13:56
pubblicato il 21/nov/2012 15:57

Ambiente/ Raffica di procedure infrazione Ue contro l'Italia

Su discariche, inondazioni, Voc, pile e acque di balneazione

Ambiente/ Raffica di procedure infrazione Ue contro l'Italia

Bruxelles, 21 nov. (askanews) - La Commissione europea ha inviato oggi all'Italia una raffica di 'pareri motivati', secondo stadio della procedura comunitaria d'infrazione, sulla mancata o incompleta trasposizione o attuazione di direttive Ue relative alla politica ambientale. I 'pareri motivati' - che preludono a un possibile ricorso in Corte europea di giustizia contro l'Italia da parte dell'Esecutivo comunitario - riguardano rispettivamente il non adempimento dell'obbligo di chiudere o mettere in regola le discariche di rifiuti non conformi alle nuove norme Ue, la mancata trasposizione delle modifiche al regolamento sulla limitazione delle emissioni di composti organici volatili (Voc), il recepimento troppo restrittivo della legislazione sulle alluvioni, nonché l'incompleta trasposizione della direttiva su pile e accumulatori e della legislazione sulle acque di balneazione. (Segue)

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Natale
Albero rosso e oro per il Natale alla Galleria Alberto Sordi
Papa
Papa: cambiamenti climatici aggravati da negligenza umana
Musica
Al Bano colpito da infarto e operato. "Ora sto bene"
Altre sezioni
Salute e Benessere
Orecchie a sventola, clip rivoluziona intervento chirurgico
Enogastronomia
Furono i sardi i primi a produrre vino nel Mediterraneo
Turismo
Confesercenti: alberghi prenotati al 75% per Ponte Immacolata
Lifestyle
Giochi, Agimeg: nel 2016 raccolta supera i 94 miliardi (+7,3%)
Moda
Per Herno nuovo flagship store a Seoul
Sostenibilità
All'Isola della Sostenibilità il mondo dell'economia circolare
Efficienza energetica
Natale 2016, focus risparmio energetico e trionfo regalo Hi-tech
Scienza e Innovazione
Europei, Olimpiadi e terremoto, il 2016 su Facebook in Italia
Motori
Flash Mob ai Fori per Amatrice con la Ferrari del record in Cina