venerdì 20 gennaio | 18:00
pubblicato il 25/lug/2013 13:53

Ambiente: presentata 'carovana delle Alpi 2013'

Ambiente: presentata 'carovana delle Alpi 2013'

(ASCA) - Roma, 25 lug - E' iniziata la 'carovana delle Alpi 2013' di Legambeinte per denunciare gli abusi edilizi che si compiono sulle Alpi italiane effettuando un 'check up' stato di salute dell'ambiente assegnando le bandiere nere e quelle verdi. Quest'anno sono undici le bandiere nere che l'associazione ambientalista da' ai nemici della montagna, per i danni causati al territorio da amministrazioni e societa'. Delle 11 bandiere nere, 3 sono state andate al Friuli Venezia Giulia e alla Lombardia, 2 al Piemonte, una rispettivamente al Veneto, Trentino e Valle D'Aosta. E' quanto si legge in una nota diffusa dalla stessa Legambiente che pero', ricorda, non mancano le buone pratiche ecosostenibili e le idee positive per uno sviluppo locale green, come testimoniano le sette le bandiere verdi date, invece, a chi ha saputo valorizzare l'arco alpino. In prima linea ci sono le esperienze modello di alcune amministrazioni comunali, di aziende agricole, stabilimenti, associazioni e comitati del Friuli Venezia Giulia (2 bandiere verdi), Veneto (1), Trentino (1), Lombardia (1), Piemonte (1) e Valle d'Aosta (1) che puntano, ad esempio, sulla reinterpretazione e scoperta della tradizione agricola e a soluzioni ecocompatibili per la valorizzazione del patrimonio forestale locale. ''La fotografia scattata dalla 'carovana delle Alpi 2013' - dichiara Vittorio Cogliati Dezza, presidente di Legambiente - dimostra che c'e' ancora molto da fare per la tutela e la valorizzazione delle Alpi. Serve infatti una maggiore difesa e valorizzazione di questo splendido territorio, ricco di storia, di risorse naturali e culturali. Investire sull'ambiente alpino significa dare impulso all'economia locale, creare occupazione e creare le condizioni per migliorare la possibilita' di ''abitare'' la montagna. Questi risultati passano anche attraverso la possibilita' di far conoscere la bellezza di questi luoghi grazie anche ad un turismo ecosostenibile. Le localita' montane racchiudono in se' un grande potenziale in termini di risorse naturali ed economiche che le amministrazioni locali, quasi sempre prime destinatarie delle Bandiere Nere, devono interpretare e usare al meglio attraverso uno sviluppo basato sulla green economy e attuando appropriate politiche di gestione del territorio piu' sostenibili. Troppo spesso ci siamo dimenticati che la qualita' e la sicurezza della pianura dipendono dall'uso che si fa dei territori montani, e' in questo senso che le Alpi sono un bene comune di tutti''.

red

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Maltempo
Prot. Civile: due le vittime accertate all'Hotel Rigopiano
Maltempo
Hotel Rigopiano, estratte mamma e bimbo: in ospedale, stanno bene
Maltempo
Valanga Rigopiano, Soccorso alpino: trovati vivi 6 dispersi
Maltempo
Valanga Rigopiano, Soccorso alpino: morti accertati sono solo 2
Altre sezioni
Salute e Benessere
Asma e Bpco, 15% italiani soffre malattie respiratorie persistenti
Motori
Audi, 8 milioni di vetture prodotte con la trazione "quattro"
Enogastronomia
Formaggi, yogurt, mozzarelle: ora obbligatorio indicare l'origine dellatte
Turismo
Via in Uruguay i 40 giorni del carnevale, il più lungo del mondo
Energia e Ambiente
Pericolo estinzione per il 60% di tutte le specie di primati
Moda
Moda Parigi, l'eleganza rilassata dell'uomo Louis Vuitton
Scienza e Innovazione
Spazio: da Cassini primo piano per Dafni, piccola luna di Saturno
TechnoFun
Cyber attacchi, dal 2001 in Italia hackerati 12mila siti web
Sistema Trasporti
Confermato avvio lavori di interconnessione tra Brebemi e A4