domenica 22 gennaio | 23:44
pubblicato il 19/set/2013 13:18

Ambiente: Moretti(FS)a 'Nostra Madre Terra', politiche ecompatibili

(ASCA) - Assisi (Pg), 19 set - Lo sviluppo del trasporto in generale, ma soprattutto lo sviluppo di un trasporto ecocompatibile ed integrato passa necessariamente attraverso politiche mirate. Se ne e' detto convinto Mauro Moretti, amministratore delegato di Ferrovie dello Stato che rispondendo stamani ai giornalisti a margine del meeting internazionale ''Ambiente e piano energetico'' ha ribadito con forza ''ci vogliono politiche, non basta semplicemente l'iniziativa delle imprese''. In riferimento al trasporto su rotaia ha sottolineato ''e' un trasporto compatibile con l'ambiente per 2 buoni motivi, consuma poca energia, risparmiando per unita' di persone o cose trasportate e puo' utilizzare, soprattutto in Italia, tutte le modalita' di produzione di energia elettrica, quindi anche le forme rinnovabili''. ''Pochi sanno - ha aggiunto - che noi siamo il Paese in Europa che ha il piu' alto tasso di elettrificazione, quasi l'80% della nostra rete e' elettrica, la ''grande' Germania ha poco piu' del 50%. Abbiamo questo grande patrimonio costruito, perfettamente utilizzabile ma come? Il grande problema che abbiamo davanti e' il trasporto dei pendolari nelle grandi citta' e delle merci - ha sottolineato - ma servono politiche Noi stiamo facendo grandi investimenti per il trasporto locale, con l'acquisto di treni nuovi, sono 3 mld di investimento, anche se ce ne vorrebbero 6, ma ci vorrebbe anche la mano pubblica come negli altri Paesi''. La ricetta, per Moretti, non puo' prescindere da ''un pensiero di riorganizzazione delle citta', non si puo' andare avanti senza fare scelte chiare a vantaggio di cosa.

Ad esempio - ha spiegato - favorire la gente che va a piedi, favorire la gente che va in bicicletta, sebbene siamo l'unico Paese che non ha corsie ciclabili decenti soprattutto nelle grandi citta' ed organizzare per cellule le citta' che cosi' riescono ad avere sfogo sulle vie di comunicazione che pero' devono essere fondate o sulla tramvia, o sulla metropolitana o sulla ferrovia leggera o sulla ferrovia regionale. E' l'unico modo - ha concluso - per far si' che i pensieri non restino inespressi''. pg/sat

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Maltempo
Valanga hotel Rigopiano, il numero dei dispersi sale a 24
Terremoti
Terremoto, pres. Grandi rischi: dighe Campotosto rischio Vajont
Terremoti
Enel: diga Campotosto sicura ma deciso un ulteriore svuotamento
Maltempo
Hotel Rigopiano, Curcio: c'è speranza di trovare dispersi vivi
Altre sezioni
Salute e Benessere
Nuove postazioni di telemedicina italiana no profit in Africa
Motori
John Lennon, all'asta la sua Mercedes-Benz 230SL Roadster
Enogastronomia
Formaggi, yogurt, mozzarelle: ora obbligatorio indicare l'origine dellatte
Turismo
Via in Uruguay i 40 giorni del carnevale, il più lungo del mondo
Energia e Ambiente
Pericolo estinzione per il 60% di tutte le specie di primati
Moda
Moda Parigi, l'eleganza rilassata dell'uomo Louis Vuitton
Scienza e Innovazione
Spazio: da Cassini primo piano per Dafni, piccola luna di Saturno
TechnoFun
Cyber attacchi, dal 2001 in Italia hackerati 12mila siti web
Sistema Trasporti
Confermato avvio lavori di interconnessione tra Brebemi e A4